The news is by your side.

‘Vite impazienti’, a Vico il ricordo di Andrea Pazienza

16

A venti anni dalla scomparsa di Andrea Pazienza, morto a soli trentadue anni nel giugno del 1988, la Puglia dedica all’artista e disegnatore una grande manifestazione che si svolgera’ dal 19 luglio al 24 agosto tra Vico del Gargano e San Menaio: ‘Vite impazienti’. In programma, una mostra di quadri, tavole, fumetti e disegni dell’artista, alcune esposizioni di foto, performance teatrali, musica, proiezioni, incontri e l’intitolazione di un tratto di Lungomare al ‘padre’ di Zanardi e Penthotal. L’indimenticabile autore del manifesto del film di Fellini ‘La citta’ delle donne’, verra’ ricordato soprattutto per la sua capacita’ di confrontarsi con tutti i materiali e i generi espressivi: quadri e locandine, disegni e vignette, fondali teatrali e manifesti cinematografici, bozzetti e costumi, copertine di dischi e disegni d’abiti, pubblicita’ e scrittura. Tanti gli ospiti attesi per rendere omaggio a Pazienza. Tra questi, Vinicio Capossela, l’Orchestra di Piazza Vittorio, David Riondino, Vincenzo Mollica, Alberto Fortis, Roberto ‘Freak Antoni’, Claudio Lolli, Milo Manara, Tanino Liberatore, Gino Castaldo, Ernesto Assante, Olcese e Margiotta, Lillo (del Duo Lillo & Greg), Antonio Rezza. Tra gli appuntamenti della manifestazione ‘Vite impazienti’, la mostra ‘Una estate…’ a Palazzo della Bella di Vico del Gargano (19 luglio – 24 agosto), curata da Mariella e Michele Pazienza, espone tavole originali delle storie che Andrea ha ambientato sul Gargano (‘Il partigiano’, ‘Una estate’, ‘Figure storiche’), quadri, bozzetti, disegni e le foto scattate da parenti e amici, tra cui quelle che raccontano le ‘zingarate garganiche’ di Andrea e dell’amico Vanni Natola, accompagnata dal catalogo edito Fandango.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright