The news is by your side.

Vico, alcune precisazioni del sindaco Damiani a proposito di Goletta Verde

21

A seguito dei dati diffusi da “Goletta Verde” sulla balneabilità delle acque di Vico del Gargano, in particolare di San Menaio, si precisa che:

1) ad oggi, 29 luglio 2008, mai, ripeto mai, l’unico organo ufficiale, l’ARPA, Agenzia Regionale per la Protezione  Ambientale, deputato al controllo della balneabilità dell’intera provincia di Foggia ha riscontrato valori tali da impedire detta balneabilità nel territorio di Vico del Gargano. I dati sono da tutti riscontrabili sul sito dell’ARPA Puglia, www.arpa.puglia.it

2) le frequenze di prelievo dell’ARPA sono settimanali e coinvolgono in
maniera minuziosa, dettagliata e completa tutto il litorale, in particolare gli
sbocchi a mare dei canali naturali, con prelievi 30 metri a destra e 30 metri a sinistra del canale stesso, così come per legge;

3) i dati dell’ARPA sono gli unici da considerare ufficialmente validi scientificamente, sia sul risultato delle analisi e soprattutto sulle modalità di prelievo, non secondarie ai fini dell’attendibilità dei risultati stessi;

4) il Ministero dell’Ambiente utilizza esclusivamente i dati ARPA;
PERTANTO IL MARE DI VICO DEL GARGANO, ED IN PARTICOLARE SAN MENAIO, E’ PULITO E BALNEABILE!!!

In  merito ai dati di “Goletta Verde”, si ritiene siano da
attribuire    alla    non    corretta    modalità    di    prelievo. A differenza di tutti i risultati che si rispettino, mancano del riscontro
della ripetibilità  del dato riscontrato. Tutti i risultati
analitici, compreso quelli clinici, necessitano sempre di un
secondo riscontro per escludere “fattori esterni” che possano determinare una “falsa positività”.
“Ripetibilità” che  “Goletta Verde” non ha
effettuato.

Occorre altresì rilevare che le affermazioni in  merito ad eventuali case abusive allacciate alla fogna, o ad insediamenti produttivi a monte del canale o altro, dimostrano ancor più come le informazioni assunte da Goletta Verde siano assolutamente prive di fondamento, in quanto nulla di tutto questo corrisponde a verità

I responsabili di “Goletta Verde” avrebbero il dovere di precisare, che i loro prelievi e le loro analisi non sono ufficiali, non di riferimento né dell’ARPA, né tanto meno del Ministero dell’Ambiente, sono occasionali e potrebbero rivelarsi inattendibili  ai fini della balneabilità delle  acque marine.

Un esempio potrebbe essere la notizia diffusa lo scorso anno che considerava le acque delle Isole Tremiti non adatte alla balneazione!
Un paradosso di non facile interpretazione.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright