The news is by your side.

Peschici, domenica ricordo di Giuseppe Martella

17

 Tutto pronto a Peschici per rendere omaggio a un suo figlio scomparso qualche anno fa e la cui semi-oscurità nella quale operava, ammantata di estrema modestia e intrinseca umiltà (parametri fissi negli uomini di grande spessore e intelligenza), non gli ha permesso di far rifulgere la valentìa delle sue operazioni di ricerca nelle quali era diventato maestro. La caparbietà con cui fissava un obiettivo, e lo perseguiva, erano degne del miglior storiografo che mai abbia calcato i palcoscenici delle biblioteche nazionali ed europee. Cittadinanza e sua principale istituzione hanno deciso adesso di ricordarlo a se stesse, ai posteri e alle giovani generazioni che non lo hanno conosciuto affinché attraverso i suoi pochi lavori dati alle stampe, fra impensabili difficoltà e superamento di pregiudizi e diffidenza, ne vengano riaffermati giusto valore e autentica competenza. Perciò, il 3 agosto prossimo, nell’aula della Sala consiliare del Comune di Peschici, verrà ricordata la figura di quest’uomo che ha saputo dare al proprio paese natìo una particolare impronta culturale mai posseduta prima stimolando altri a seguirlo in tale improba impresa, al punto da sollecitarli a fondare un Centro Studi a lui intitolato per perpetuarne nome e memoria.  Sarà infatti la presidente del Centro, prof.ssa Teresa Maria Rauzino, sollecitata dal neo assessore alla Cultura peschiciano, Leonardo Di Miscia, a ripercorrere l’excursus letterario di Giuseppe Martella e la validità delle fatiche storiografiche che lo hanno fatto apprezzare, purtroppo, da pochi intimi. Toccherà quindi al direttore editoriale di Punto di Stella, Piero Giannini, ricordare momenti d’incontro avuti nel tempo col ricercatore e ciò che sarebbe potuto succedere e, al contrario, non è accaduto. Appuntamento dunque a Peschici, Palazzo di Città, domenica 3 agosto alle 20.30


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright