The news is by your side.

PDL, Zaffarano: “Dal PD di Vieste ancora ed ennesimo vuoto a perdere”

16

E da tempo che il nuovo PD di Vieste tenta di strumentalizzare politicamente qualsiasi atto o cosa succeda a Vieste senza prima informarsi o documentarsi, quanto meno per non fare brutte figure. Infatti leggendo sul blog di OndaRadio spesso noto che le maggiori critiche ai loro interventi provengono dalla loro parte politica. Allora mi chiedo se questo è il nuovo che avanza povera Vieste. In riferimento alla nota del segretaio del PD di Vieste, circa la seduta del Consiglio Comunale del 13 agosto u.s. Che ha approvato gli atti di perimetrazione nel P.R.G. degli Ambiti Tertriotriali Estesi e Distinti di P.U.T.T.P. (Piano Urbanistico Territoriale Tematico/Paesaggio) mi corre l’obbligo chiarire che:
L’ Assessore Devita e lo scrivente, nell’illustrare l’ordine del giorno, hanno dichiarato che:
– trattasi di una semplice trasposizione sulle cartografie dei PUTT degli ambiti territoriali estesi e distinti del nostro territorio, senza apportare alcuna modifica alla destinazione urbanistica vigente;
– i territori costruiti non fanno parte di questo adempimento, perché sono oggetto di contenzioso innanzi al TAR, dal momento che la Regione non li ha validati in toto, ma solo parzialmente.
La procedura ha avuto l’ iter previsto dal regolamento sul funzionamento del Consiglio Comunale e delle commissioni consiliari:

7 agosto 2008    si è tenuta la commissione consiliare nella quale:
                                   – si è preso atto che la proposta di delibera era completa di tutti gli atti;
– sono state consegnate le cartografie ai consiglieri del Pd
– è intervenuto anche il Dirigente dell’Ufficio Tecnico che ha relazionato esaustivamente e chiarendo che con questa delibera di presa d’atto nulla cambia per il nostro comune sia per quanto attiene alla perimetrazione del PUTT/P che per il PRG vigente.
Il Pd ha chiesto l’aggiornamento della seduta.  la riunione è stata aggiornata al 11,08,2008.
11 agosto 2008    i consiglieri del Pd hanno chiesto il rinvio dell’accapo dal C.C. del 13 agosto in quanto i tempi di consultazione della documentazione relativa alla proposta di delibera, costituita da soli elaborati grafici e non da relazioni scritte e dalle norme tecniche di attuazione, non sono stati sufficienti ad esaminare un piano di grande rilevanza ai fini dei processi di trasformazione fisica del territorio, considerato anche che il parere alla proposta di delibera risale al 19 maggio.
                                   A tal proposito la commissione non ha ritenuto di rinviare il Consiglio Comunale in quanto le motivazione addotte dal PD non avevano alcun fondamento perchè l’atto proposto per l’approvazione in consiglio era un atto prescritto dalle norme tecniche di attuazione del PUTT/P e che tale atto non andava a disciplinare nulla. Quindi le norme tecniche di attuazione non fanno parte degli elaborati perchè valgono le Norme tecniche del PUTT/P vigente per i vincoli e quelle del PRG vigente per i processi di trasformazione del territorio.
13 agosto 2008    il Consiglio Comunale ha approvato a maggioranza l’accapo, il PD ha votato contro.

Con il Consiglio del 13 agosto è stata approvata la trasposizione dei P.U.T.T.P. nel P.R.G., che assume grande rilevanza ai fini della lettura degli atti tecnici da parte dei funzionari comunali, dei tecnici professionisti e dei cittadini. Nulla cambia riguardo ai processi di trasformazione fisica del territorio in quanto il PRG e rimasto invariato così come il PUTT/P.

Con detti atti, in sostanza:
– sono state approvate le cartografie degli ambiti territoriali estesi e distinti vigenti per il Comune di Vieste sovrapposte alla cartografia di PRG vigente, senza alcuna operazione di adeguamento alla situazione di fatto e senza alcuna modifica delle previsioni del PRG e ne tampoco del PUTT/P;
non è stata operata nessuna nuova perimetrazione dei territori costruiti (terreni che non sono soggetti a particolari prescrizioni paesaggistiche) in quanto adempimento già deliberato dal Consiglio Comunale nel 2003 ed oggetto di contenzioso davanti al TAR Puglia di Bari, tuttora pendente.
Questo è quanto è avvenuto. Ai cittadini il giudizio. 

Il Coordinatore di F.I. Versso il P.di L.       
                Raffaele Zaffarano   


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright