The news is by your side.

Campionato Promozione/ Santeramo – Atletico Vieste 3 – 2

21

L’Atletico Vieste si presentava a questa gara nelle migliori condizioni sia fisiche che mentali, forse non poteva essere una passeggiata ma una vittoria agevole certamente, invece per l’ennesima volta i viestani hanno ingoiato il rospo! Terreno inzuppato d’acqua ma praticabile, mordido e scivoloso in alcuni tratti, per una squadra tecnica come il Vieste non era certo l’ideale ma Michele Mimmo affascinato dal suo tridente non ha saputo resistere ed anche a Santeramo ha mandato in campo uno schieramento molto offensivo.
Gara che iniziava da parte del Vieste al piccolo trotto..quasi a voler prendere le misure ai rosso-blu di Santeramo, padroni di casa invece più audaci e combattivi, con lanci lunghi a saltare il centrocampo, tattica che ha pagato,  più volte quelli del Santeramo si sono affacciati minacciosi dalle parti di Bua.
Le azioni pericolose su calci da fermo e bravi sono stati a turno il portiere viestano Bua in due occasioni e Paolo Augelli che ha salvato addirittura sulla linea di porta.
Vieste clamorosamente assente, attacco praticamente sterilizzato da un centrocampo disunito e svogliato…Michele Mimmo ha sbagliato formazione?
Santeramo che legittimava il suo meritato vantaggio nel finale di tempo, al 40’ bella incursione di Di Girolamo che dal fondo pennellava al centro dell’area un invitante pallone, Di Fonzo lasciato colpevolmente solo aveva tutto il tempo per colpire comodamente di testa ed infilare in rete.
Vieste naturalmente in letargo che tornava negli spogliatoi a riflettere sul suo non gioco ed avversari naturalmente a mille.
Gara completamente diversa nella ripresa, l’Atletico Vieste..gli azzurri di Michele Mimmo al primo affondo sono riusciti a trovare il pareggio, al 1’ Rocco Augelli riusciva a superava in corsa il suo avversario che lo toccava appena per farlo cadere dentro l’area, l’arbitro irremovibile assegnava al Vieste il calcio di rigore, vibranti ed anche scomposte le proteste dei padroni di casa, poi Maurizio Gentile zittiva tutti con il gol del pareggio.
Animi molto accesi e Vieste finalmente presente in ogni zona del campo, al 5’ Meta sferrava un calcione a Magaldi, intervento da “codice penale” rosso diretto?…era giallo ma per estrarlo il Sig. Scimenes ha dovuto usare tutta la sua forza, attorniato minacciosamente dai giocatori del Santeramo..prima mostrava il giallo e poi il rosso a Meta che veniva espulso.
Al 17’ il gol del vantaggio viestano era una logica conseguenza di una più ordinata presenza in campo, in quel momento si era pensato alla goleada di Candela, tante e troppe le occasioni sciupate dal Vieste, quasi esagerato sbagliare in continuazione il gol del 3 – 1.
Il Santeramo a dire il vero seppur inferiore tecnicamente ha giocato con una grinta impressionante..alla morte praticamente, al 36’ su una isolata azione in area viestana il difensore viestano Cinque riusciva ad anticipare di testa in maniera abbastanza netta il suo avversario.
Per l’arbitro Scivales di Brindisi era rigore…che dire del resto…Di Fonzo trasformava e regalava l’insperato pareggio alla sua squadra.
Vieste che si riversava in area del Santeramo ed in poco tempo confezionava altre palle gol non sfruttate, la più clamorosa al 42’, Rocco Augelli davvero incontenibile entrava in area e di piatto destro metteva al centro un pallone facile..facile per il fratello Paolo…pallone che prima di raggiungere il piede di Paolo Augelli tutto solo sulla linea di porta, rimpalzava e Paolo lisciava.
Vieste sprecone sino all’eccesso subiva addirittura la sconfitta in pieno recupero, al 46’ Vito Stano faceva il suo ingresso in campo, al 48’ toccava il suo primo pallone, tiro o cross verso la porta di Bua dalla lunga distanza, deviazione di Nicola Ducange e pallone che si insaccava all’incrocio dei pali.
Ogni commento è davvero inutile per tutto quello che si visto in questa gara.
Il Santeramo ha vinto perché ha saputo lottare sino all’ultimo nonostante i suoi evidenti limiti, Michele Mimmo questa volta ha sbagliato la formazione iniziale, poi la gara il Vieste l’ha saputa recuperare ma non è riuscita a chiuderla..sciupando tante..tantissime occasioni.
Ma resta l’indignazione di un errore arbitrale gravissimo che forse può compromettere il campionato del Vieste, un rigore così inesistente rovina l’immagine della classe arbitrale, le immagini televisive sono chiare ed i commenti sono davvero inutili.

SANTERAMO: Scatigno, Cozzo, Di Girolamo, Mancini, Meta, Ferrareis, Giove, Stano G.(dal 29’ st Ammaturo), Caponio (dal 46’ st Stano Vito), Di Fonzo, Castellano. All: Leonardo Di Mauro
ATLETICO VIESTE: Bua, Augelli Paolo, Silvestri, Cinque, Stellato, Magaldi (dal 15’ st Di Iorio), Augelli Rocco, Ducange, Gentile, Colella (dal 18’ st Melchionda), Gravinese (dal 33’ st Sollitto). A disposizione: Lo Muscio, Cariglia, Campaniello, Scarano. All. Michele Mimmo
ARBITRO: Scivales di Brindisi
RETI: nel pt al 40’ Di Fonzo, nel st al 2’ Gentile(rigore), al 17’ Rocco Augelli, al 36’ Di Fonzo(rigore), al 48’ Stano Vito
NOTE: espulso nel st al 5’ Meta per doppia ammonizione

                                               Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright