The news is by your side.

Emergenza rifiuti, accolte le proposte della Provincia di Foggia

15

‘La situazione del ciclo del rifiuti in provincia di Foggia ha ormai assunto i connotati dell’emergenza. Alla giusta e doverosa ‘ecosolidarietà’ nei confronti del Salento, però, occorre adesso affiancare la rapida definizione di soluzioni in grado di scongiurare una condizione di ingovernabilità anche in Capitanata’.
 Così Stefano Pecorella, assessore provinciale all’Ambiente, commenta l’esito della riunione, tentasi ieri in Prefettura, dedicata all’elaborazione di strategie utili a contenere le conseguenze negative dei prossimi esaurimenti delle discariche di Vieste e Cerignola. Per Vieste, che costituisce dal punto di vista temporale la più stringente emergenza, la proposta avanzata dalla Provincia di Foggia e dal presidente dell’ATO FG/1 (il sindaco di Vieste Ersilia Nobile) – e condivisa dall’assessore Losappio – è stata quella di utilizzare i cosiddetti ‘volumi residui’ della discarica e di avviare contestualmente le procedure per la realizzazione di un ‘mini-impianto di biostabilizzazione’. L’utilizzo dei ‘volumi residui’, della capienza di 40mila metri cubi, consentirebbe al bacino dell’ATO FG/1 un’autonomia di circa un anno. Un arco di tempo utile per la costruzione dell’impianto di compostaggio detto ‘coccinella’ – i cui costi ammontano a circa 800mila euro – che l’assessore regionale si è formalmente impegnato a sostenere economicamente. ‘La costruzione del mini-impianto – spiega l’assessore Pecorella – consentirebbe di sottrarre volumi di ‘umido’ e ‘secco’ alla discarica, in modo da allungare i tempi di autonomia’. Soluzioni che il territorio adotterebbe nell’attesa del via libera da parte del Comune di Sannicandro Garganico alla realizzazione dell’impianto di biostabilizzazione a servizio dell’ATO FG/1. Per l’utilizzo dei ‘volumi residui’, Provincia e Regione hanno annunciato, a breve, la convocazione di una conferenza di servizi congiunta, per esaminare la perizia tecnica sulla fattibilità dell’ampliamento ed emettere la conseguente autorizzazione. ‘Possiamo essere soddisfatti della sintonia di vedute emersa dall’incontro di ieri – sottolinea Pecorella – resa possibile anche grazie all’importante e puntuale contributo arrivato dal Prefetto di Foggia. Ora tocca alle Istituzioni accelerare il percorso di valutazione ed eventuale autorizzazione per le soluzioni prospettate dalla Provincia di Foggia e condivise tanto dagli ATO quanto dalla Regione Puglia. E’ evidente, però, che la fase emergenziale che oggi ci apprestiamo a governare va superata attraverso una seria ed attenta programmazione che parta innanzitutto da un incremento della raccolta differenziata. Solo così – conclude l’assessore provinciale all’ambiente, saremo in grado di avviare, in uno spirito di piena ed operativa collaborazione, una stagione che ci consenta di ridare respiro al territorio e sicurezza alle nostre comunità’.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright