The news is by your side.

A Vico “lezioni di ospitalità”

27

Partito il progetto per la creazione di strutture ricettive.

 

Per il “Progetto Hospitis” l’assessore regionale Barbanente ha incontrato i rappresentanti dei 20 piccoli comuni (al di sotto di 15.000 abitanti) dell’Appennino Dauno, del Salento Interno e delle Murge Orientale e Occidentale, del Gargano. “Hospitis” è finalizzato a: promuovere la creazione di strutture ricettive e di accoglienza all’interno di patrimonio edilizio attualmente sotto utilizzato e/o abbandonato soprattutto nei centri storici, sviluppando un impatto sull’assetto territoriale pari a zero e, quindi, generando miglioramento ambientale e paesaggistico (elevata sostenibilità e compatibilità degli interventi); introdurre un’esperienza caratterizzata dall’utilizzazione di criteri di bio-edilizia, di valorizzazione delle pratiche costruttive locali e sull’autosufficienza energetica da fonti rinnovabili; diversificare l’offerta ricettiva e turistica regionale; valorizzare le filiere fra piccole e medie imprese turistiche attraverso forme di integrazione spinta (marchio, modello gestionale, marketing e comunicazione) così promuovendo l’integrazione nelle politiche di sviluppo locale e la creazione di valore aggiunto nell’offerta locale. I Comuni selezionati sono Accadia, Ascoli Satriano, Bitetto, Botrugno, Bovino, Cassano delle Murge, Cisternino, Corigliano d’Otranto, Melpignano, Minervino Murge, Montemesola, Oria, Orsara di Puglia, Palagianello, Poggiardo, San Cassiano, Sant’Agata di Puglia, Vico del Gargano. Su di essi si sperimenterà il modello per poi diffonderlo agli altri piccoli centri della regione.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright