The news is by your side.

Calcio/ L’ATLETICO VIESTE VUOL BATTERE IL REAL BARLETTA

27

Il campionato di Promozione si concluderà sabato 11 aprile con le gare della 30^ giornata, è quasi tutto deciso per i play-off, Europa Grumese incontrerà la quinta classificata, la Fortis Trani la quarta classificata, il Vieste chi incontrerà? In casa Atletico Vieste non si faranno calcoli..battere il Real Barletta ed incontrare la Fortis Trani, è giusto così perché diventa complicato avventurarsi nei calcoli della matematica calcistica, il Vieste non deve fare calcoli di nessun genere perché se il Real Barletta vince ed il Mola pure..il Vieste è fuori!
La Vieste sportiva nel minuto di raccoglimento che ci sarà prima dell’inizio della gara si sentirà molto vicina alle famiglie viestane e non colpite dal terremoto di l’Aquila, poi ci sarà la gara e quindi l’abbraccio caloroso ai ragazzi dell’Atletico Vieste che anche quest’anno hanno centrato i play-off.
E’ stato un campionato tinto di giallo in alcune fasi, tra alti e bassi il Vieste ha saputo superare tante difficoltà ed ora si presenta più tonico e determinato che mai a dimostrazione che c’è stata una bella reazione a quelle disavventure.
Battere il Real Barletta diventa necessario anche per misurare la propria forza contro un avversario di pari valore che certamente non vorrà regalare nulla.
Sarà un confronto tra due squadre simili nei loro percorsi, il Real Barletta è imbattuto da nove turni ed in 14 gare del girone di ritorno ha conquistato ben 22 punti subendo solo 2 sconfitte.
L’Atletico Vieste ha fatto qualcosa in più, ben 24 punti ed anch’esso è imbattuto da nove turni..da quando Franco Cinque subentrò a Michele Mimmo.
Michele Mimmo esonerato dopo la sconfitta di Santeramo aveva conquistato 33 punti in 20 partite, il suo successore 15 punti in 9 partite, tabellini simili nella sostanza ma molto differenti nei modi di gioco..forse per questo ultimamente era un po’ scemato l’entusiasmo intorno al Vieste.
Franco Cinque un po’ si è risentito di questi paragoni ed ha dato una sua chiave di lettura non ai risultati della squadra ma al cambiamento quasi radicale della mentalità di tutti i giocatori: “questa squadra finalmente è compatta, concreta ed ha voglia di lottare sempre, ha la responsabilità della sua forza ed ha molte motivazioni nuove, c’è una mentalità nuova che spero sia vincente nel futuro”.
Il tecnico Franco Cinque ha avuto parole di elogio per i suoi ragazzi dopo la gara col Mola, sul campo si è vista non solo qualità di gioco ma anche concretezza, l’aiutarsi l’uno con l’altro ha fatto quasi scomparire la disparità che prima era più evidente tra un giocatore più tecnico e l’altro più fisico.
Ora tutto gira intorno ad Antonio Scarano e Angelo Colella con Elia Gravinese terminale del gioco offensivo, una squadra che in trasferta ha migliorato il suo rendimento ed il modo di giocare, più attenta a non concedere spazi agli avversari, meno leziosa e forse meno spettacolare..ma indubbiamente più compatta tra i reparti..anche questo spiega l’imbattibilità di 9 partite della gestione Franco Cinque…che già guarda al futuro!
Un analisi all’infinito su questo Atletico Vieste “diverso” porterà sempre a dividere le opinioni su questa squadra che sia con Michele Mimmo che con lo stesso Franco Cinque ha mostrato i suoi limiti in tutte le occasioni pagando anche quest’anno una campagna acquisti condotta con molta improvvisazione.
Il Vieste comunque ha trovato un suo equilibrio tattico e vuola dimostrarlo sul campo in questi play-off dove vorrà arrivare sino in fondo..magari centrando la vittoria finale e poi il ripescaggio in Eccellenza.
Ma il patron Lorenzo Spina Diana stà già programmando il futuro di questa squadra?..questa squadra ha giocatori di grande spessore tecnico ma deve essere rinforzata in alcuni ruoli chiave adesso e non dopo.
A Franco Cinque sotto questo aspetto và riconosciuto il merito di aver lavorato nello scetticismo quasi generale, lui stà traghettando il Vieste verso una fase nuova..i cosiddetti nostalgici di Michele Mimmo che amavano raccontare le gesta dei gemelli Augelli e di quel calcio “champagne” che nel recente passato avevano esaltato le platee…ora dovranno abituarsi ad un Vieste più concreto e meno disposto a regalarsi agli altri come ha fatto sinora con la gestione Mimmo basata solo sul gioco offensivo.
La gara con il Real Barletta inizierà alle ore 16:00 di sabato 11 aprile, si spera in una grande cornice di pubblico come ai vecchi tempi.
                                               Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright