The news is by your side.

Sciopero a Pugnochiuso. Alla fine vincono i lavoratori

30

A Pugnochiuso ok a 60 stagionali per l’estate. Trattative chiuse in un giorno alla Hds.

 

«È stata una trattativa lunga ed estenuante, ma alla fine siamo riusciti a ottenere quello che chiedevamo: ovvero la salvaguardia dei posti di lavoro». E soddisfatto Elio Dota, segretario generale Uil-Tucs della provincia di Foggia che solo due giorni fa aveva rotto le relazioni sindacali con la Hds, società che gestisce su appalto i servizi di manutenzione delle aree verdi e di pulizia delle camere nei villaggi e alberghi del gruppo Marcegaglia a Pugnochiuso. I rappresentanti dei lavoratori avevano stretto un accordo con la Hds che prevedeva l’assunzione di 60 dipendenti stagionali in vista del periodo estivo. «Accordo – prosegue Dota – che la società aveva improvvisamente rinnegato spiegando che la crisi imponeva un taglio del personale». Nei programmi erano previste 60 assunzioni, ma l’Hds si era detta disponibile a garantirne 40 e con modalità differenti dall’intesa. «La disponibilità – prosegue il sindacalista della Uil – era limitata al reclutamento immediato di dieci unità, mentre altre trenta da coinvolgere gradualmente tino al io giugno. Tale situazione avrebbe causato una forte perdita di reddito da parte degli stagionali che avrebbero chiuso con meno di quattro mesi di paga. Questo non si addice a un grande gruppo come quello gestito dalla Marcegaglia». Per contrastare tale progetto ieri circa 90 dipendenti (compresi anche quelli di altri servizi) hanno scioperato. <<C’è stata una compattezza totale – chiarisce Dota – e la società ci ha subito convocato per discutere». Il rischio di ulteriori scioperi ha spinto verso la contrattazione. <<Abbiamo deciso – sostiene il segretario della Uil-Tuc – che già da oggi saranno assunte
trenta unità e lunedì mattina altre dieci. Venti sono già in servizio, quindi alla fine rientreranno i 60 previsti».
Le strutture ricettive Marcegaglia a Pugnochiuso sono costituite dal villaggio I delfini, e gli Hotel del Faro e degli Ulivi. Un complesso che offre una capienza massima di 1.500 posti letto. «Per luglio e agosto – conclude Dota – c’è il tutto esaurito. Qualche disponibilità ancora per il mese di giugno. Le famiglie decidono sempre più all’ultimo minuto se e quando partire in vacanza, male cose stanno lentamente migliorando».
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright