The news is by your side.

Vieste/ Continuano oggi le registrazioni di Rete4 “CUOCHI SENZA FRONTIERE”

18

Una produzione TCompany, con Davide Mengacci e l’inviata Michela Coppa. In onda ogni sabato alle ore 11 su ReteQuattro.

 

Registrazione di due puntate a Vieste
VIESTE MERCOLEDI  27 MAGGIO 2009 – PIAZZA MARINA PICCOLA
Ore 10.30 – puntata dedicata al MARE   Ore 15.30 – puntata dedicata alla TERRA.
Parte del pubblico per entrambe le puntate di Vieste è formato dagli alunni dell’Istituto Professionale Alberghiero “Enrico Mattei” di Vieste.
Cuochi senza frontiere vede la sfida per ogni puntata di due cuochi dilettanti.

 PRIMA PUNTATA – registrazione delle 10.30.
Prodotto comune alle due ricette: la Seppia
Concorrenti: Margherita Iossia (Vieste) e Nadia Badi (Casablanca – Marocco)  residente a Vieste.

 Margherita Iossia, una vera e propria forza della natura, fondatrice tra le altre cose delle “Comari contente” cucina la pasta con le seppie ripiene.
Nadia Badi, originaria di Casablanca ma residente a Vieste, dove 4 anni fa, durante una vacanza con la sorella ha incontrato l’amore, cucina il cous cous con seppie e verdure.
La puntata del pomeriggio, alle 15.30, è dedicata alla TERRA, il prodotto protagonista è la Patata.
A contendersi il weekend in una delle più belle località d’Italia, ci saranno Antonietta Piscopo, guida turistica di Vieste e profonda conoscitrice del Gargano e zone limitrofe, che cucina la tiella con patate e cozze e Janet Hlavackova, originaria della Repubblica Ceca, esattamente da Praga ma residente a Vieste da 7 anni. Piatto forte della concorrente praghese sono gli gnocchi dolci con le prugne.
La trasmissione Cuochi senza Frontiere è caratterizzata oltre che dalla sfida culinaria anche da una Festa di piazza e dalla promozione  di prodotti enogastronomici tipici del territorio.

 Si invita la cittadinanza ad intervenire numerosa.

 

ENOGASTRONOMIA

Allestimento tavolo del pesce compresa la seppia.  Un pescatore prepara le alici crude (sig. Rinaldi) e vedremo la lavorazione del pane di Montesantangelo.

 ARTIGIANI
Lavorazione del tufo e dei trabucchi.

 GRUPPO FOLCLORISTICO
I MATRACATROPPA e intervento di MICHELE MANGANO che dialogherà con Davide Mengacci.

GRUPPO FOLK “I MATRACATROPPA”.
La parola matracatroppa è una parola composta da “matra” (madre) e “catroppa” (con la truppa, ovvero i figli). Il gruppo ha voluto chiamarsi così per rappresentare il modo di suonare di uno strumento popolare come la chitarra battente insieme a tutti gli altri strumenti. Le danze sono allegre, imprevedibili, suggestive, eccentriche e di classe, desiderose di  far riscoprire un Gargano dalle tradizioni mai sopite.Il gruppo proviene da S. Nicandro Garganico (a pochi chilometri da Vieste) ed è composto da: chitarra battente, mandola, mandolino, chitarra classica, flauto, tammorra, violino, fisarmonica.
2 danzatrici ed 1 ballerino; 2 voci 
Sono seguiti da Michele Mangano che è fra i maggiori contribuenti della diffusione della tradizione folcloristica pugliese. Attore, ballerino, coreografo nonché Ambasciatore del Folk Pugliese nel mondo, con il progetto “Lezioni di tarantella”, incomincia a viaggiare non solo in Italia ma in tutto il mondo. Nel 2003 a New York ha fatto conoscere la tarantella ai figli degli emigranti pugliesi fondando lì un gruppo attivo ancora oggi. Dopo New York un susseguirsi di tappe mondiali: Grecia, Creta, Parigi, Gerusalemme…
I MATRACATROPPA sono allievi che partecipano al progetto “Lezioni di Tarantella”  che vede la partecipazione di 1200 ragazzi provenienti dagli istituti scolastici. Compiono un vero e proprio viaggio nel Sud Italia con epicentro il Gargano e la sua anima che è la tarantella.

 IL TESORO  DI DAVIDE MENGACCI – In questa puntata Davide Mengacci ci parlerà del  Duomo di Lucera e dell’anfiteatro romano, il vero tesoro della prima puntata.
IL DIARIO DI MICHELA COPPA – Michela visiterà la provincia di Foggia, il palazzo della Dogana e l’antico paese di Accadia. Inoltre la provincia di Taranto, Martinafranca e le masserie di Cristiano, Brindisi e Ceglie Messapica.
Nella registrazione del pomeriggio alle 15.30, la puntata dedicata alla TERRA, vedremo la promozione di vari prodotti tipici
ENOGASTRONOMIA
Una tavola imbandita sarà dedicata alla patata.
Prodotti presenti: fave di Carpino, olio dop + olive, taralli dolci, cartellate, ostie ripiene , scaldatelli, taralli salati, limulivo, vino, orecchiette, cavatelli, caciocavallo podolico  e asparagi.
ARTIGIANI
Lavorazione delle zampogne di Panni  e della radica di ulivo.
GRUPPO FOLCLORISTICO
LE PACCHIANELLE  e il  MAESTRO PEPPE PRINCIPE (esibizione con fisarmonica).
Principe è tra i più grandi fisarmonicisti viventi, ha avuto la cittadinanza onoraria a Vieste nel 2008.
La sua fisarmonica, la Puglia, i 40 anni vissuti a Milano, i circa 20 anni in Rai, le tournee in tutto il mondo e i 20 milioni di dischi venduti fanno di Peppino Principe l’indiscusso re della fisarmonica. Principe nasce a Monte Sant’Angelo nel 1927 e studia musica e fisarmonica con il padre Michele, insegnante molto apprezzato in tutto il Gargano. Nel 1940 si trasferisce al nord con il fratello Leonardo. All’età di tredici anni si esibisce come solista nel celebre Caffè Pedrocchi di Padova. E scatta la grande avventura. Poi sarà la volta dei grandi riconoscimenti e delle platee prestigiose in tutto il mondo come il Conservatorio di Mosca in Russia, il “Carnagie Hall” di New York, il “Festival Hall” di Londra, il “Colon” di Buenos Aires, la “Sala Playe” di Parigi ect.
Grandissimo artista, Oscar Mondiale della Fisarmonica, direttore d’orchestra ed autore della sigla del famosissimo "Zecchino d’oro". Protagonista, prima alla Radio e dopo alla Televisione, degli spettacoli musicali "La Fisarmonica", diretti da Gorni Kramer. E’ noto in tutto il mondo anche come autore di musiche originali per fisarmonica, famose sono:
"El Bandido","Concerto nº 1 in La", le trascrizioni del "Carnevale di Venezia", "Il Volo del Calabrone" ed altri notissimi brani.
Con la sua fisarmonica "Excelsior" si è esibito nei più grandi teatri del mondo:
"Conservatorio" di Mosca;
"Carnagie Hall" di New York;
"Festival Hall" di Londra;
Sala Lisinsky" di Zagabria;
"Gas Hall" di Tokyo;
"Colon" di Buenos Aires;
"Teatro dell’Opera" del Cairo;
"Sala Playe" di Parigi
ed altri ancora.

LA PACCHIANELLA
Fondato nel 1923 fu uno dei primi in Italia ad operare nel settore in un’epoca in cui gli studi sulla cultura popolare erano ancora a livelli pionieristici.
Nel 1930 si esibì durante la cerimonia nuziale del Principe Umberto di Savoia a Roma.
Ai giorni nostri ha partecipato a numerose trasmissioni televisive ed ad un film di Walt Disney sul folcore mondiale. Ha tenuto una storica celebrazione davanti a Papa Giovanni Paolo II nello stadio comunale di Foggia nel maggio 1987.
ESIBIZIONE ZAMPOGNARI: GLI AMICI DI PAN
La zampogna a tre buchi risale a  500/1000 anni A.C.

GLI AMICI DI PAN detti così perché lo stemma del comune riporta il dio Pan (in quanto nell’antichità il paese Panni si chiamava Pan). Il dio Pan, metà uomo metà capra, si invaghì della ninfa Siringa ma la fanciulla vedendolo rabbrividì a causa del suo aspetto. Non volendo cadere tra le sue braccia si fece trasformare dalla dea Giunone in una canna. Pan saputolo prese questa canna e la utilizzò per farne una zampogna. Il lamento che usciva dallo strumento era quello della ninfa Siringa.

 MOMENTO : MANGIA BENE CRESCI MEGLIO

È una campagna di sensibilizzazione promossa dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, rivolta ad alunni e insegnanti delle scuole secondarie di primo grado italiane, nata per proporre ai giovani un’esperienza nuova, originale e formativa: diventare protagonisti della comunicazione. Suo obiettivo quello di aiutare i ragazzi a riflettere sulle proprie scelte nutrizionali, guidarli verso una maggiore consapevolezza alimentare, imparando a porsi in modo critico di fronte ai messaggi promozionali.
Alla sua quarta edizione, il concorso per la produzione di annunci pubblicitari, si è realizzato in classe attraverso lavori di gruppo, avendo quale tema la sana alimentazione, la varietà e la qualità del patrimonio agroalimentare italiano.
Sul set ad animare la “Festa di Piazza” ci saranno una rappresentanza dei partecipanti  del concorso; alcuni di questi lavoreranno la pasta per fare pizzette e similari. Saranno assistiti da Pasquale (rappresentante dell’Associazione Cuochi Gargano e Capitanata).
Interviene la dott.ssa Stefania Ricciardi, dirigente responsabile del settore comunicazione del Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
IL TESORO – Davide Mengacci ci parlerà della leggenda  di Pizzomunno, mastodontico e superbo monolite che è divenuto una delle meraviglie naturali di Vieste.
IL DIARIO DI MICHELA COPPA – Michela andrà a visitare le  città di Barletta, Lecce, le incantevoli isole Tremiti e nel Gargano la bellissima foresta Umbra. 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright