The news is by your side.

Un drappo bianco a Kàlena per la libertà di Aung San Suu Kyi

29

L’Osservatorio Torre di Belloluogo e il Centro Studi Giuseppe Martella organizzano un ATTO SIMBOLICO per la Signora Aung San Suu Kyi, Premio Nobel per la Pace 1991. Compimento di un atto simbolico dedicato ad una Persona che soffre, presso un Monumento in abbandono e rovina, dal significato unicamente umanitario e culturale.

Nella ricorrenza del Suo 64° Compleanno
 
Abbazia di Santa Maria di Kàlena
Piana di Peschici (Fg)
Domenica 14 giugno 2009 – ore 18
 
Al Signor Presidente della Repubblica Italiana
Si leva da uno dei luoghi più sacri della Terra di Puglia, presso le amate vestigia dell’Abbazia di Santa Maria di Kàlena, nella piana di Peschici (Fg), sul Gargano, l’atto simbolico umanitario e culturale dedicato ad una Persona che soffre, accanto ad un Monumento carico di Fede, Arte e Cultura, che versa miserevolmente in stato di abbandono e rovina. Un atto simbolico che si esprime attraverso un gesto umile, ma intensamente carico di significato:
l’esposizione di un drappo bianco
bianco come l’innocenza
bianco come la purezza
bianco come la sacralità della persona umana
bianco come la sacralità dei luoghi prescelti
per rivolgere al Signore la preghiera
perché Egli vinca la malvagità e la ferocia degli uomini
e restituisca la libertà e la vita alla prigioniera inerme
Signora Aung San Suu Kyi
ed a tutte le persone innocenti ingiustamente incarcerate
per colpa della brutalità e della ferocia umana.
  La vita è sacra e intangibile!
  Aung San Suu Kyi libera!
 
 Carla De Nunzio – Presidente dell’Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo
Teresa Maria Rauzino – Presidente del Centro Studi "Giuseppe Martella"
Dal Salento e dal Gargano


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright