The news is by your side.

Paolo Mongiello nuovo rappresentante Ambito Territoriale Caccia di Capitanata

17

La Provincia di Foggia aderisce al comitato ‘Terre del nero di Troia’.

 

E’ Paolo Mongiello, consigliere provinciale e presidente del gruppo consiliare del Popolo della Libertà, il nuovo rappresentante dell’Ente di Palazzo Dogana all’interno dell’Ambito Territoriale di Caccia della provincia di Foggia. L’indicazione è stata formulata questa mattina, su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca Savino Santarella, dalla Giunta provinciale, che ha così provveduto a rinnovare la propria rappresentanza all’interno dell’importante organismo faunistico-venatorio. ‘Con questa indicazione – commenta l’assessore Santarella – l’Amministrazione provinciale prosegue sulla strada di una piena tutela del proprio patrimonio ambientale e faunistico. Al consigliere Paolo Mongiello facciamo gli auguri di buon lavoro, sicuri che saprà rappresentare nel migliore dei modi le istanze e le necessità dei nostri cacciatori’. E sempre nel corso della riunione di questa mattina, l’esecutivo provinciale ha deliberato la propria adesione al comitato ‘Terre del nero di Troia’, nato con l’obiettivo di sostenere attivamente il riconoscimento del marchio ‘DOC’ per il vitigno di Troia. Una battaglia, questa, per la quale la Provincia si è già resa protagonista di un’azione di sensibilizzazione e di coordinamento delle diverse iniziative attivate nei mesi scorsi in Capitanata. Proprio l’assessore Santarella, infatti, ha convocato nelle scorse settimane due riunioni operative con i rappresentanti delle associazioni agricole e dei maggiori consorzi di produzione vinicola del territorio per mettere ‘a sistema’ il positivo attivismo riscontratosi intorno a questo obiettivo, elemento fondamentale nell’ottica di una piena valorizzazione di una delle maggiori eccellenze del sistema agroalimentare dauno. ‘Il riconoscimento del marchio ‘Doc’ al ‘nero di Troia’ – afferma l’assessore provinciale all’Agricoltura – rappresenta uno strumento in grado di tutelare in primo luogo gli operatori agricoli, che continuano ad essere il cuore pulsante del settore ma che nello stesso tempo, purtroppo, spesso finiscono per diventare l’anello più debole della catena quando le dinamiche di mercato impongono crisi sul piano commerciale’. L’Amministrazione provinciale, proprio nel solco di un impegno che è insieme istituzionale ma anche di carattere economico, ha erogato al neonato comitato promotore un contributo di 5mila euro.
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright