The news is by your side.

‘Foggia e il pane, l’olio, il vino’, venerdì 31 primo appuntamento ‘Cultrurale’

18

Partirà venerdì 31 luglio da Foggia la prima rassegna italiana ‘Cultrurale’, il progetto inedito promosso dall’assessorato provinciale alla Cultura in collaborazione con la Coldiretti Foggia – partner di rilievo che ha fornito la più ampia collaborazione nell’organizzazione dell’iniziativa -, l’assessorato all’Agricoltura, i Comuni di Foggia, Vico del Gargano, Candela e Lucera. Nel corso delle cene-spettacolo e durante le degustazioni negli stand saranno offerti prodotti enogastronomici tipici del territorio dauno, grazie alla partecipazione del mercato di Campagna Amica Coldiretti. ‘Foggia e il pane, l’olio, il vino’ è il titolo della serata che, dalle ore 21.00, vedrà susseguirsi una serie di appuntamenti legati al teatro, inteso come mezzo di espressione e di riscoperta di usi e abitudini di altri tempi da cui derivano le nostre tradizioni. Tradizioni tramandate attraverso le parole dette a tavola, attraverso il convivio, i saperi e i sapori della nostra cultura contadina. Ed infatti ad aprire la serata sarà la cena-spettacolo ‘Pane, olio e fantasia’ ospitata dalla Taverna del Gufo, il jazz club diventato negli anni ’70 punto di riferimento culturale per la città e l’intera regione grazie alla presenza di artisti del calibro di Arnaldo Santoro, Ninni Maina, Renzo Arbore e poi, ancora, Roberto Benigni, Massimo Troisi, Beppe Grillo. Una simbiosi tra cibo e cultura, con i prodotti tipici della Daunia accompagnati da testi della tradizione letteraria (Luigi Pulci, Trilussa, Eduardo De Filippo, William Butler Yeats, Giuseppe Gioacchino Belli, Platone, Catullo, Piero Ciampi, Fortunato Depero, Carlo Goldoni, Orazio, Pablo Neruda, Marziale). La cena-spettacolo (di Enrico Cerquiglini e Paola Procaccini, con Valerio Amoruso, Francesco Domenico D’Auria, Luca Tedeschi, Olivia Volpi e Gaetano Ventriglia) unisce, giocando sul filo dell’umorismo e dell’allegria, il cibo del corpo al cibo dello spirito, il pasto alla poesia, alla saggezza, al motto di spirito. A partire dalle ore 22.00 ‘Cultrurale’ si sposterà in Piazza Addolorata – luogo che prende il nome dall’omonima chiesa (edificata tra il 1739 ed il 1742) situata nel cuore del centro storico della città, in una traversa di via Arpi – dove sarà possibile degustare i prodotti tipici gentilmente offerti dalle aziende aderenti al mercato di Campagna Amica di Coldiretti. A seguire ci sarà un’anteprima degli spettacoli teatrali ‘Ulisseide’ e ‘Pietre parlanti e graffiti graffianti’, che gettano luce su storie note e meno note del mondo antico, dipingendo un quadro più realistico di un mondo troppo spesso e falsamente raccontato come lontano e diverso dal nostro. L”Ulisseide’ (di Enrico Cerquiglini e Paola Procaccini, regia di Paola Procaccini e Gaetano Ventriglia, con Gaetano Ventriglia e Luca Tedeschi, scenografia Stefano Del Pozzo) nasce dall’intreccio di due libri – l’Odissea di Omero e La Storia vera di Luciano di Samosata – e dall’incontro di due uomini – Ulisse ed Omero- per dare vita ad una narrazione che va oltre il racconto epico, riscoprendo un Ulisse umano al punto tale da trasfigurare se stesso, con una unità psicologica e morale nuova, un non eroe, un uomo comune. Con lo spettacolo ‘Pietre parlanti e graffiti graffianti’ (di Paola Procaccini, con Valerio Amoruso, Francesco Domenico D’Auria, Luca Tedeschi, Olivia Volpi; al violino Flavia Pagano ed al violoncello Daniele Miatto; scenografia di Stefano Del Pozzo) il narratore introduce il pubblico in un paesaggio cimiteriale in cui le iscrizioni funebri di antichi romani si animano raccontando in forma lapidaria qualcosa di sè e del loro mondo al viaggiatore che, incuriosito o interessato, si avvicina. Un attore, un soldato e un cane sono le prime pietre parlanti che si incontrano e danno l’opportunità di sottolineare non solo le affinità tra il nostro mondo e quello antico, ma anche quanto ancora oggi dobbiamo ai romani. Nei giorni successivi la rassegna ‘Cultrurale’ si sposterà in diverse cittadine della Capitanata: il 1 agosto a Vico del Gargano presso il ristorante ‘L’orto del conte’ e successivamente presso il Largo del Conte, il 2 agosto a Candela in piazza Matteotti e, per chiudere, il 3 agosto a Lucera all’interno dell’Anfiteatro romano. Gli spettacoli e le degustazioni sono ad ingresso libero. Per le cene-spettacolo è necessaria la prenotazione (fino ad esaurimento posti) da effettuare, entro il 30 luglio, telefonando al numero 329.3144833. Per ulteriori informazioni sulla rassegna è possibile consultare il sito www.cultrurale.it. Le aziende del mercato di Campagna Amica Coldiretti Foggia partecipanti all’iniziativa sono: Agrigiò di Sinicolfi Generoso di Candela; Anzi vino Domenico di Orsara; Azienda agricola Molino a vento di Biccari; Cantina Abulia di Stornara; Cantina Dauva di Foggia; Cantine Alberto Longo di Lucera; Coop. Giardinetto di Orsara; Coop. La Croce Farascuso di Candela; Cusmai Guido di Vico del Gargano; Del Viso Michele di Vico del Gargano; Facenna Giacomo di Vico del Gargano; Fattoria Rovello di San Paolo di Civitate; Immobiliare Casa Sollievo della Sofferenza ‘Az. Posta la Via’ di San Giovanni Rotondo; Masella Francesco di Peschici; Mastroiorio Michele di Vico del Gargano; Munno Fausta di Vico del Gargano; Nardini Maria Cristina di Vico del Gargano; Panificio Iervolino e figli di Vico del Gargano; Pasquariello Mario di Accadia; Roccia Mario di Ascoli Satriano; Roccia Michele di Ascoli Satriano; Sciaraffa Giuseppe di Ascoli Satriano; Torre Bianca Alleva di Foggia; Valentino Angelo di Zapponeta.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright