The news is by your side.

CONCLUSA LA 3^ RIEVOCAZIONE DI AUTO STORICHE “MACCHIA-MONTE SANT’ANGELO”

16

 

Una bellissima gara dal punto di vista agonistico, una splendida vetrina sotto il profilo del marketing territoriale.
Ha rappresentato questo, in due concetti, la 3^ edizione della Rievocazione Storica della Salita Macchia-Monte Sant’Angelo, gara valevole per il Campionato Italiano regolarità auto storiche – Zona Centro-Sud, organizzata dall’Automobile Club di Foggia -per il tramite della sua articolazione sportiva, la CSAI- in collaborazione con i Comuni di Foggia, Manfredonia, Monte Sant’Angelo, Vieste e Mattinata.
Gli splendidi modelli arrivati a Manfredonia hanno percorso alla velocità media di 35 km/h le strade che li hanno portati tra gli affascinanti paesaggi garganici, in un clima certo goliardico, ma senza mai perdere d’occhio il cronometro e il rispetto delle direttive caratteristiche delle gare di regolarità.

A partire, sabato pomeriggio, 25 equipaggi, dei quali 23 hanno completato la “due-giorni”, con soli due ritiri per problemi tecnici.
Tanto “fair play” tra gli equipaggi, sempre pronti a fermarsi e a dare una mano a chi si trovava in panne, anche al buio del pieno della Foresta Umbra.

Le auto storiche che hanno partecipato, provenienti da diverse regioni italiane, hanno affascinato tanti appassionati e semplici curiosi che si sono assiepati nello spazio antistante l’Hotel Gargano per vedere –durante le verifiche e subito dopo l’arrivo- i modelli che hanno segnato la storia d’Italia negli ultimi 70 anni: infatti, l’auto più “datata” era una Lancia Aprilia del 1939, iscritta alla Scuderia Nettuno Bologna, ma proveniente da Mantova.

La prova più avvincente è stata, ovviamente, la salita Macchia-Monte Sant’Angelo che ripercorre l’itinerario della gara di velocità in salita che 20 anni fa era ad un passo dall’essere ammesse tra le competizioni europee di categoria, quando avvenne lo sfortunato incidente che costò la vita all’avvocato ed ottimo pilota Paolo Gargano: da allora, la gara fu sospesa per motivi di sicurezza e solo tre anni fa l’Automobile Club Foggia volle rinverdirne i fasti facendone, però, una rievocazione destinata alle auto storiche.

Nel pomeriggio, ancora nell’Hotel Gargano, le premiazioni sovrintese dal Presidente dell’AC Foggia, Remo Rabbaglietti.
Per il secondo anno consecutivo, è stato assegnato il Premio Fai Foggia, destinato all’auto che meglio rappresenta l’amore per le testimonianze storiche: le auto d’epoca, dunque, come “beni culturali” su quattro ruote. L’artistica targa del Fai Foggia è stata consegnata dal Vice-capo della Delegazione foggiana Nico Palatella all’equipaggio formato da Giordano Mozzi e Stefania Biacca, proprio per la cura con la quale tengono la loro Lancia Aprilia del 1939.

 

Un premio speciale, proprio per ricordare la vecchia cronoscalata “Macchia-Monte Sant’Angelo” –il Presidente Rabbaglietti ha commemorato con parole commosse l’avvocato Gargano- è stato tributato all’equipaggio che ha completato la prova speciale sullo stesso percorso nel minore tempo: Vincenzo Nigro-Francesco Cirillo, della Scuderia C.A.R.S. Avellino su una Lancia Fulvia del 1973, che hanno percorso i 9 km di tornanti in 13’55”. Ed è bene ricordare che, come per tutte le gare di regolarità, le auto concorrevano su strade aperte al traffico normale.

La classifica finale ufficiale “Top-Car” ha visto i seguenti primi tre equipaggi:
1. Giordano Mozzi-Stefania Biacca (Scud Nettuno Bologna) – Lancia Aprilia del 1939
2. Francesco Commare–Francesco Papa (Scud. C.A.R.S. Avellino) – Lancia Fulvia 1.3 del 1972
3. Valerio Rimondo-Liana Fava (Nettuno Bologna) – Innocenti Mini Cooper 1300 del 1973

Ad aggiudicarsi la classifica per team, la  Scuderia C.A.R.S. di Avellino.

In allegato alla presente, la classifica finale assoluta, della quale riportiamo i primi tre equipaggi:

EQUIPAGGIO    AUTO    SCUDERIA
Commare Francesco/ Papa Francesco    Lancia Fulvia 1.3 (1972)    C.A.R.S. AV
Rimondi Valerio/ Fava Liana    Innocenti Mini Cooper 1300 (1973)    Nettuno Bologna
Mozzi Giordano/ Biacca Stefania    Lancia Aprilia (1939)    Nettuno Bologna

Nel sito Internet dedicato alla gara (http://www.macchia-montesantangelo.com/), le gallery delle foto delle auto partecipanti, le classifiche (comprese quelle dei driver per  categoria e delle auto per Raggruppamento).

In chiusura di manifestazione, il Presidente Rabbaglietti ha invitato tutti alla 4^ edizione della rievocazione, quella del 2010, con l’auspicio che al più presto, con l’aiuto degli Enti pubblici che hanno già sostenuto la manifestazione –e, magari, di altri ancora- si possa un giorno ripristinare la gara di velocità in salita “Macchia – Monte Sant’Angelo”, viste le innegabili potenzialità di attrazione turistica rappresentata dai grandi appuntamenti sportivi.

 

CLASSIFICA FINALE ASSOLUTA

 
Equipaggio-Auto-Anno      
Commare Francesco/ Papa Francesco    Lancia Fulvia 1.3    1972      
Rimondi Valerio/ Fava Liana    Innocenti Mini Cooper 1300    1973      
Mozzi Giordano/ Biacca Stefania    Lancia Aprilia     1939      
Sancilio Silvano/ Cardascio Carmela    Porsche 911 S Targa    1972      
Olivieri Alessandro/ Scarioni Gabriella    MG B GT    1966      
Giansante Mauro/ Sighicelli Carlo    Leyland Innocenti Mini Cooper 1300 Exp    1975      
Loperfido Fabio/ Taddei Gianfranco    Fiat 127     1977      
Bilancieri Massimo/ Simeoni Marisa    Alfa Romeo 1750 GTV    1968      
Vigilante Franco/ Rocchio Gianfranco    Lancia Flavia Coupè 2000    1971      
Nigro Vincenzo/ Cirillo Francesco    Lancia Fulvia    1973      
Blasi Gaetano/ Di Castri Dario    Lancia Fulvia Coupè 1,3 S2    1971      
Calise Giancarlo/ Siervo Rossana    Alfa Romeo Giulietta Spider    1961      
Maccario Giuseppe/ Preziosi Giovanni    Alfa Romeo GT Junior 1600    1972      
Carbotti Domenico/ D’Argenzio Gabriele    Porsche 911 TE    1972      
Imbimbo Sergio/ Colasante Vittorio    Lancia Ardea    1947      
Acciarino Patrizio    Alfa Romeo Junior Zagato     1971      
Panico Leonardo/ Mimosa Vincenza    Alfa Romeo Giulietta Sprint    1961      
Ladas Costantino/ Renna Flavio    Alfa Romeo GT Junior    1971      
Galasso Rocco/ Marsico Raffaele    Lancia Montecarlo    1981      
Rabbaglietti Remo/ Speranza Rossana    Fiat X 1/9    1981      
D’Argenzio Giovanni/ Basile Maria    Innocenti Mini Cooper 1300    1975      
Bertotto Antonio/ Buccolieri Anna Maria    Lancia Beta Coupè    1980      
Cotumaccio Teodoro/ Capogrosso Nunzia    Porsche 911 SC 3000    1983     

RITIRATI
 
Rapisarda Giuseppe/ Solitro Bartolomeo    Lancia Fulvia 2C    1965      
Sola Francesco/ Bloise Oscar    Opel Manta SR    1972     
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright