The news is by your side.

Foggia – Real Marcianise 1 – 3

22

Oggi pomeriggio si spera di aver toccato il fondo. Si proprio così, il Foggia ha perso la seconda partita consecutiva in casa (non accadeva dal campionato di calcio 1977/78) e putroppo il peggio per le sorti dei satanelli potrebbe ancora arrivare. Senza una squadra, senza un allenatore di esperienza, senza una società alle spalle era difficile fare di più. Ed i risultati si son visti tutti. Ridicolizzati in casa dal Real Marcianise, uno spettacolo indegno che la piazza di Foggia non meritava. Risultati frutto di scelte di mercato scriteriate dettate dalla voglia degli otto soci di tirare i remi in barca. Si è pensato a vendere "tutti, tutti, tutti" ed in cambio non si è preso nessuno all’altezza di un mediocre campionato di c1. I 1800 abbonati che avevano avuto fiducia in questa società avrebbero meritavano di più. E’ vero, il periodo è di quelli neri e ci sono poche risorse economiche. Ma è anche vero che si può anche fare calcio a discreti livelli "pescando" elementi validi anche in serie minori e a bassissimo costo. Cosa che non è stata fatta. Vedere certi elementi indossare la glosiosa maglia del Foggia, fa veramente rabbia. E adesso tutti fuggono dalla barca che affonda. I "piagnistei" della società oggi non fanno più alcun effetto. La rabbia è tanta verso chi è foggiano e sta facendo sprofondare il Foggia in fondo alla classifica. Da oggi il pacchetto dell´U.S. Foggia, per bocca dell’ex presidente Tullio Capobianco, è a disposizione gratuitamente per chiunque lo volesse rilevare. Che si faccia avanti chi da questa città ha avuto e sta avendo tanto. Il neo Sindaco, Gianni Mongelli, che durante la campagna elettorale si è vestito con la maglia del Foggia, dimostri ora concretamente il suo interesse per la causa rossonera.

Quanto alla partita di oggi, il Foggia   soccombe in casa anche contro il Real Marcianise, fino a ieri ultimo in classifica. Alla momentanea rete del vantaggio siglata da Nunzio Di Roberto, han risposto gli ospiti con le reti di D´Ambrosio, Tedesco e Romano.

redazione sportiva ondaradio – Rocco RUO


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright