The news is by your side.

Italia, Puglia e Gargano a testa alta, alla Germania i mondiali veterani di corsa orientamento 2012

17

All’Italia quelli del 2013.

 

Palazzo degli sport Olimpici Losanna (SUI), 7 novembre 2009.

 “Con un rigore ai supplementari fischiato vistosamente fuori area e poi trasformato” si sono assegnati i mondiali Veterani 2012 alla Germania. Così, con una metafora calcistica, riassumiamo quanto avvenuto in 4 ore di discussione a Losanna per stabilire che i mondiali veterani di corsa orientamento del 2012 saranno organizzati dalla Germania.  Si chiude cosi una sfida iniziata un anno fa, con 7 grandi pretendenti al via: Brasile, Cina, Estonia, Germania, Italia, Lettonia e Svezia.
Una prima selezione a Luglio aveva escluso dalla corsa Brasile, Cina e Svezia. Ad  Agosto in Ungheria, la commissione di valutazione della Federazione Internazionale di orienteering assegnava il primo posto all’Italia, di gran lunga davanti alla Germania, a seguire Estonia e Lettonia.  Il Presidente Internazionale chiedeva un incomprensibile ballottaggio a due tra Italia e Germania rinviando al mese di novembre la decisione finale. 
La delegazione italiana a Losanna era composta da: Maria Silvia Viti rappresentante italiana nel consiglio internazionale della IOF (Federazione Internazionale), Sergio Grifoni, Presidente della Federazione Italiana Sport Orientamento, Gabriele Viale coordinatore della candidatura della Puglia WMOC 2012 e Nicola Sciscio in rappresentanza dei comuni del Gargano.

I commenti a caldo:

Sergio Grifoni (Presidente Federazione Italiana).
“Avevamo le carte in regola per vincere già nel 2012. Evidentemente considerazione politiche  errate che consistono nel legare il mondiale veterani di orienteering (WMOC) ai giochi mondiali master (WMG), ha portato la Federazione Internazionale di Orienteering (IOF) a non assegnare all’Italia (Puglia) i Mondiali di corsa orientamento del 2012. La motivazione sarebbe che all’Italia sono stati assegnati a World Master Games nel 2013. Siamo molto dispiaciuti perché le edizioni passate di abbinare WMOC a WMG sono sempre risultate carenti sul piano organizzativo e finanziario e la nostra posizione prevedeva di sganciare l’abbinamento mondiale veterani di orienteering WMOC dai giochi mondiali master  WMG.  Mi sento di poter dire che il vertice della IOF in questa circostanza ha gestito la discussione interna di oggi senza dare adeguato spazio alle considerazioni della nostra federazione, del CONI e a quanti all’interno della stessa IOF considerano il connubio del tutto influente nel progetto di riconoscimento olimpico. Questa decisione inoltre mortifica tutti coloro che in Puglia, nella provincia di Foggia e nei comuni del Gargano hanno creduto in questa manifestazione e profuso in essa energie umane, economiche ed un grandissimo entusiasmo. In ogni caso per la FISO la candidatura dell’Italia, Puglia, Gargano resta in piedi per il 2013.”

Gabriele Viale (coordinatore candidatura Italia/Puglia ai WMOC 2012)
“Accetto con spirito sportivo la decisione. Ci abbiamo creduto con tutte le nostre forze consapevoli di aver lavorato bene e di aver valorizzato le eccellenze della Puglia e del Gargano nella campagna di sensibilizzazione internazionale. Aver ottenuto la valutazione tecnica  più elevata ci conforta per la validità del progetto. L’impegno fino ad ora profuso non deve essere vanificato. Per cui da domani ci rimbocchiamo le maniche e continuiamo nel progetto internazionale di sviluppo della Puglia e del Gargano, certi della qualità progettuale di quanto attivato a sistema con istituzioni e associazioni del territorio. Mi sento in dovere di ringraziare tutta la squadra che ha lavorato per questo grande progetto, unitamente alla Regione Puglia, alla Provincia di Foggia, al Parco Nazionale del Gargano, all’ufficio scolastico regionale, all’aeronautica Militare,  alla FISO, al CONI Nazionale, regionale e provinciale, ai comuni di Vico del Gargano, Peschici, Ischitella, Vieste, Rodi Garganico, Monte Sant’Angelo e Carpino. Ringrazio anche tutti gli operatori turistici che in questo progetto ci sono stati vicini e le associazioni di volontariato. Il mio impegno personale per il Gargano e la Puglia continua con maggior determinazione.”

Nicolino Sciscio ( rappresentante dei comuni del Gargano)
“E’ tanta l’amarezza in quanto nella decisione della Federazione Internazionale IOF non c’è stata trasparenza ed imparzialità. Il Gargano, con questo progetto, ha dimostrato che le componenti istituzionali e territoriali sanno lavorare assieme e di squadra. Dispiace molto che il nostro progetto, che è stato valutato di gran lunga il migliore tra i sette presentati, per strani giochi del Presidente Internazionale della IOF non abbia ottenuto il riconoscimento meritato già nel 2012.”

Ufficio stampa
Candidatura Italia/Puglia WMOC2012


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright