The news is by your side.

Puglia, credito al consumo: avanza la corsa ai prestiti personali

18

Una famiglia su tre non riesce a fronteggiare un imprevisto economico di 400 € nel mese. Codici: occorono misure preventive, l’usuraio incombe dietro l’angolo.

 

Sempre più persone si rivolgono a banche e finanziarie per la richiesta di prestiti personali e finanziamenti. Che si tratta di famiglie o di giovani, questo poca importa: la corsa al credito al consumo continua ad avanzare nonostante la crisi.

L’Osservatorio CODICI ha per questo studiato il contesto regionale e “scattato una foto” della generale situazione del Sud Italia, grazie al sostegno di dati e ricerche effettuate in merito.
Ad esser presa di riferimento è l’indagine di Banca d’Italia nel suo rapporto sull’andamento del credito delle Regioni italiane nel secondo trimestre del 2009.

Infatti, dai dati si evince ancora differenze tra Nord e Sud anche sui costi dei finanziamenti: il Sud regista una percentuale maggiore nei costi di erogazione dello 0,63 % rispetto al Nord. In particolare, in Puglia i tassi di crescita risultano particolarmente alti con il +8,1% rispetto alle altre regioni del Mezzogiorno.

“Questi dati sono , in maniera allarmante, sintomatici in quanto sottolineano la situazione di difficoltà in cui molti cittadini si trovano.”-sostiene il Segretario Nazionale del CODICI,Ivano Giacomelli. E continua: “Secondo l’Osservatorio CODICI, una famiglia media composta da 4 persone su tre, riesce con grande difficoltà a fronteggiare economicamente un imprevisto di 400 € nel mese; soprattutto se è solo il capofamiglia ad apportare reddito da uno stipendio medio-basso.”

E’ per questo che sempre più facilmente, si ricorre alle carte di credito ‘revolving’ e a qualsiasi altro tipo di prestito che in alcuni casi viene elargito con numerose complicanze.

Il mutuo per la casa, rimane sempre, il prestito più richiesto: si è parlato infatti che al Sud si ricorre sempre più al mutuo nonostante i tassi più alti. Secondo l’ufficio studi Kìron di Tecnocasa,la crescita maggiore di prestiti finalizzati a mutui per la casa con periodo di riferimento al 2008, tocca il 40% a Lecce, segue Taranto con il 9% e Brindisi stabile all’1%.

Il tasso annuo effettivo globale (TAEG) sulle nuove operazioni a medio e a lungo termine e’ risultato pari al 4,3% nel Mezzogiorno rispetto al 3,6% al Centro Nord.
Pertanto, il CODICI invita ad adottare delle misure preventive in Puglia in cui la situazione di difficoltà in cui versa il territorio, soprattutto alla luce del tasso di disoccupazione e di difficoltà lavorativa, è al quanto grave.

Il pericolo ‘usura’ incombe proprio dietro l’angolo: nel frattempo, le vittime cadute nella trappola possono rivolgersi ai nostri sportelli di Via Campania, 63 Taranto per ricevere assistenza legale e psicologica.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright