The news is by your side.

VIESTE – LA POLIZIA MUNICIPALE HA IL NUOVO CONTRATTO

17

La polizia municipale di Vieste ha un nuovo contratto decentrato. La sottoscrizione è avvenuta l’altro giorno e con tale atto si è conclusa la fase negoziale tra la parte sindacale e il Comune.

Soddisfazione per l’accordo raggiunto è stata espressa da Luigi Sabatelli, segretario provinciale del Sulpm, il sindacato di polizia municipale cui aderisce la stragrande maggioranza dei vigili urbani di Vieste.
<Sebbene il “travaglio” sia stato lungo e faticoso – commenta Sabatelli – abbiamo siglato un contratto che collima il più possibile con le esigenze dell’ente ed è stato antesignano dei vari decreti “Brunetta”>.Tra le priorità, condivise dalle parti negoziali, sono state poste, anzitutto, la garanzia di servizi essenziali finalizzati al controllo del territorio; la tutela dei servizi di maggior approccio con l’utenza e di maggior impatto per l’immagine di Vieste, a forte vocazione turistica e soggetta a pressanti richieste dal rapido riscontro. Un particolare riguardo è stato riservato, inoltre, al servizio di Protezione Civile, sempre più coinvolto nella quotidianità della città di Vieste per garantire interventi tempestivi e professionali, dettati dalle vissute esperienze, nonché, dai piani nazionali diramati a seguito delle calamità naturali che, negli ultimi tempi, sono state nefaste per la popolazione italiana.
<Qualche piccola pecca, purtroppo e per cause non additabili alla volontà delle parti – ammette Luigi Sabatelli – non nascondo che si è verificata e, pertanto, le aspettative dei dipendenti non sono state assolte in toto. Il tempo delle “vacche grasse” per i dipendenti pubblici sono finiti, un po’ per le recenti Finanziarie, un po’ per le restrizioni dei vari decreti Brunetta, tra i motivi che ci hanno condotto a dover attuare “tagli” per garantire almeno dei servizi di qualità ed essenziali>.
Il sindacalista, in ogni caso, si dice fiducioso e ritiene che <presto vedremo tempi migliori e, quindi, si potranno porre in essere tutti i buoni propositi e gli impegni che abbiamo assunto al tavolo contrattuale, finalizzati ad assicurare, nel rispetto del principio della meritocrazia, piccoli avanzamenti di carriera forieri non solo di benefici economici, ma anche di gratificazioni professionali per dare agli agenti di polizia municipale quel riconoscimento tanto atteso>.

Gianni Sollitto


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright