The news is by your side.

S. Marco in Lamis/ Ufficio di Piano: nessuno sperpero di risorse pubbliche

19

«Si continua a fare cattiva informazione, qualunquistica e parziale, solo per fomentare la pubblica opinione. E’ grave che alcuni rappresentanti politici – senza sentire il dovere di documentarsi e verificare la realtà dei fatti – riempiano pagine di giornali e cartelloni per offrire letture demagogiche e parziali sul funzionamento dell’Ufficio di Piano e sulle attività dell’Ambito Territoriale».  Con queste parole Vincenzo Villani, presidente del Coordinamento Istituzionale dell’Ambito Territoriale, commenta i recenti attacchi mossi dall’Italia dei Valori.
«Prima di muovere attacchi – continua Villani – si dovrebbe avere sempre l’obbligo di informarsi; in questo modo l’Italia dei Valori avrebbe potuto verificare le innumerevoli attività svolte dall’Ufficio di Piano, dai suoi dipendenti e dai suoi collaboratori. Attività che hanno permesso di realizzare importanti iniziative, l’ultima delle quali è il Laboratorio Urbano del progetto Bollenti Spiriti, inaugurato dal presidente Nichi Vendola. Iniziative che hanno posto l’Ambito di Zona tra i principali protagonisti, con scelte concertate, condivise e partecipate (come ha dimostrato il percorso avviato per la redazione del Secondo Piano di Zona), del cambio radicale delle politiche sociali nella nostra regione».
«Evidentemente – afferma ancora Villani – all’Italia dei Valori sfuggono alcuni dati che mi limito ad offrire all’attenzione dei cittadini e alla valutazione di qualche distratto rappresentante politico. Tra i 46 Ambiti Territoriali di Zona della Puglia, quello di San Marco in Lamis è al quinto posto come capacità di utilizzo delle risorse finanziarie, con il 78,3% delle risorse liquidate. Altri punti di forza riguardano l’elevata premialità, che ha permesso di contare su risorse per oltre 660mila euro, l’assistenza domiciliare nei quattro comuni dell’Ambito Territoriale, l’assegno di cura e di natalità, l’aumento dei servizi come gli asili nido comunali, con fondi superiori al milione e mezzo di euro e che permetterà di realizzare attività di supporto all’educazione della prima infanzia nei comuni di San Marco in Lamis, San Giovanni Rotondo e San Nicandro Garganico. Si sono anche avviati servizi come la teleassistenza, la lotta all’abuso e al maltrattamento, oltre a processi formativi per persone affette da dipendenze patologiche, mentre a breve sarà attivato il sistema informatizzato di gestione contabile. Inoltre, i dipendenti dei Servizi Sociali, a differenza di altri Comuni – dov’è stato esternalizzato il servizio al costo di 3,5 euro a pratica – hanno gestito gratuitamente le circa 2500 domande per il “bonus energia”, consentendo un notevole risparmio economico. Abbiamo, infine, compreso l’importanza di comunicare all’esterno le nostre iniziative, sia attraverso il nostro sito web, che presto avrà nuova veste grafica e maggiori notizie utili per utenti e personale del settore, sia  attraverso i tradizionali canali di comunicazione, con lo scopo di dare maggiore visibilità alle nostre iniziative e garantire la trasparenza delle nostre azioni».
Evidenzia Villani: «Tutte queste attività richiedono impegno, costanza, applicazione quotidiana – anche fuori dall’orario di servizio e, a volte, sacrificando riposi, festivi e ferie – da parte del personale e dei collaboratori dell’Ufficio di Piano, a cui va il ringraziamento del Coordinamento Istituzionale per la professionalità e il senso del dovere dimostrati in questi anni. Un lavoro silenzioso ma prezioso che non può essere messo alla berlina da facili demagogie e parziali interpretazioni politiche. Esserci affidati a professionisti del settore è garanzia della qualità del nostro agire che ha sempre una unica e sola finalità: garantire la migliore offerta dei servizi ai cittadini, finalità che trova il plauso della Regione ma non quella di alcuni responsabili politici di San Marco in Lamis che si abbandonano alla facile polemica, minando la credibilità, la professionalità e l’onorabilità delle persone».
«Invito i rappresentanti dell’Italia dei Valori – conclude Villani – a trascorrere una giornata con i dipendenti e i collaboratori dell’Ufficio di Piano per rendersi conto del lavoro che quotidianamente viene svolto e della qualità dei servizi offerti ai cittadini. Non abbiamo bisogno di andare in piazza, i risultati raggiunti parlano della qualità del nostro lavoro. Le porte dei nostri uffici sono sempre aperte, perché il nostro agire è chiaro e trasparente».

Per contatti e segnalazioni: redazione@pianosocialesanmarco.it


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright