The news is by your side.

Bit/ Campionato Mediterraneo di Corsa Orientamento 2010: il Gargano fa sistema

21

Anche nel 2010 del Campionato Mediterraneo Open di Orienteering può rivelarsi una formidabile veicolo di promozione del territorio. Ne sono convinte soprattutto le istituzioni del Gargano e della Provincia di Foggia, partner dell’evento, come è emerso dalla conferenza stampa di presentazione alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano. “Quello dell’orienteering si è dimostrato un progetto vincente, che ha permesso di valorizzare il turismo verde e iniziare a destagionalizzare concretamente le presenze turistiche – ha precisato Nicola Vascello, commissario dell’Azienda di Promozione Turistica di Foggia – Le manifestazioni organizzate in questi due anni hanno sempre portato in Gargano numeri sempre maggiori di appassionati dal Nord Europa, un mercato per noi nuovo e molto interessante.
Per la sesta edizione, in programma sullo Sperone d’Italia dal 26 al 28 Febbraio, è previsto l’arrivo di 350 atleti in rappresentanza di 14 Paesi. Un ulteriore motivo di orgoglio per Vascello: “Il Campionato Mediterraneo di orienteering del prossimo fine settimana è un ulteriore prezioso tassello per continuare ad avere a fine febbraio migliaia di appassionati dal Nord Europa ed un impegno soddisfare le aspettative di così tanti stranieri”.
Gli ha fatto eco Vincenzo De Nittis, assessore al Turismo del Comune di Peschici, sede della prima tappa della manifestazione: “Il nostro centro ha ricevuto benefici dalle presenze internazionali di orienteering. Peschici si preparerà al meglio per una grande cerimonia di apertura per venerdì prossimo”.
All’organizzatore Gabriele Viale, presidente del Park World Tour Italia, il principale circuito di orienteering nei centri storici e nei parchi cittadini, il compito di illustrare il programma della manifestazione, organizzata pure con il supporto del Parco Nazionale del Gargano, e degli eventi collaterali dedicati agli studenti delle scuole della Provincia di Foggia.
Si parte venerdì 26 Febbraio a Vico del Gargano, sede della direzione organizzativa del MOC, con la finale provinciale dei Giochi Sportivi Studenteschi a far da apertura all’evento, in mattinata. La prima tappa, invece, si disputerà sotto le stelle, a Peschici, in serata, in gara Sprint.
Sabato 27 Febbraio la carovana del MOC si sposterà a Vico del Gargano, per la disputa del secondo appuntamento in Foresta Umbra, in mattinata, di Middle Distance. Domenica 28 è invece in programma, sempre di mattina, la staffetta internazionale, inserita per la prima volta nel programma della manifestazione.
Oltre alla competizione vera e propria sono previsti anche un convegno internazionale sull’orienteering fra sport, scuola e turismo, degustazioni di prodotti tipici e momenti di convivialità e scambio culturale fra studenti e partecipanti, che coinvolgeranno anche il Comune di Ischitella, pure partner del Campionato Mediterraneo Open.
La permanenza degli atleti scandinavi, quelli svedesi in particolare, proseguirà fino a Marzo: confidando nel clima mite che consentirà loro di allenarsi con proficuo per i più importanti appuntamenti stagionali, alcuni fra i più forti agonisti dello “sport dei boschi” saranno impegnati nella due tappe del Mediterranean Gran Prix, in programma a Castellaneta mercoledì 3 e a Monopoli sabato 6, rispettivamente in onore di Rodolfo Valentino e Domenico Modugno.

CHE COS’E’ L’ORIENTEERING

La corsa di orientamento, conosciuta nel mondo come orienteering o “sport dei boschi”, è una gara a cronometro su terreno vario in cui l’atleta, munito di mappa e bussola, deve raggiungere il traguardo transitando da una serie di punti di controllo, denominate “lanterne”, obbligatoriamente nella sequenza data. La verifica dell’avvenuto passaggio avviene mediante un sistema di punzonatura.

La mappa è consegnata al concorrente al momento del via. Si gareggia individualmente o in squadra.

Il vincitore non è sempre l’atleta più veloce. L’orienteering impegna gambe e cervello e premia spesso colui che è in grado di orientarsi più rapidamente e di compiere le scelte di percorso migliori.

L’orienteering si può praticare tutto l’anno, sempre all’aperto, in una delle quattro discipline: Corsa Orientamento (CO); Sci-orientamento (SCI-O), Mountain Bike orienteering (MTB-O); Orienteering di precisione (TRAIL-O).

L’orienteering si può praticare come sport agonistico oppure semplicemente a livello escursionistico amatoriale, da soli o in compagnia, al solo scopo di stare all’aria aperta, immersi nella natura.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright