The news is by your side.

Il Commissario dell’APT Nicola Vascello on line avvia il dibattito sul Gino Lisa. . .

9

Comincia il dibattito, animato da Nicola Vascello, mente del Gargano Libero. Ieri sul social network l’ex assessore provinciale al turismo ha cominciato a pungolare e ha subito trovato risposta. Il consigliere regionale Dino Marino, pregno ei suoi Marino Lab sembra interessato a farsi primo portavoce delle istanze garganiche. Il tema è quello dell’aeroporto che si dibatterà il prossimo 13 maggio a Rodi Garganico con l’idea di Vigilante&Co. Ecco la nota di Nicola Vascello: “L’Aeroporto Gino Lisa di Foggia se non vi saranno cospicui investimenti non ha più le condizioni minime per rispondere in maniera competitiva alle esigenze del comparto turistico del Gargano. In questi ultimi anni le turbolenze che hanno interessato negli anni 90 l’area Balcanica stanno scemando e quindi diventa sempre più praticabile l’ipotesi di utilizzo a fini turistici e solo nei mesi estivi, dell’Aeroporto militare di Amendola. Affinché ciò si realizzi è necessario un impegno corale di tutti i soggetti interessati e di tutte le forze politiche della nostra Provincia. D’altro canto è possibile stilare un lungo elenco di esempi in cui aeroporti militari italiani vengono utilizzati anche a fini civili. (Bisogna impegnarsi affinché il governo modifichi il Decreto ministeriale del 25 gennaio 2008 che, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n° 57 del 7 marzo 2008, classifica insieme ad altri dieci aeroporti militari italiani,l’aeroporto di Amendola come categoria MOB (main operating base) ossia “…ad uso pieno ed esclusivo militare su cui sono svolte le attività fondamentali dell’Aeronautica Militare che non possono essere riallocate pena il decadimento operativo della funzione assolta.” L’utilizzo solo nei mesi estivi della struttura aeroportuale militare per usi turistici, ossia voli charter, sarebbe molto gradita agli operatori turistici della provincia di Foggia.)”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright