The news is by your side.

Ischitella/ I Broken Cords e i Black Illusion in vetta alla classifica della giuria demoscopica

6

Stasera il tutto per tutto per il gran finale del concorso.

 

 Una piazza De Vera D’Aragona gremita di gente ieri sera a Ischitella per l’inizio del concorso musicale del Cagnano Living Festival, il festival della creatività giovanile, di cui rimane il momento clou.   Ieri ad esibirsi otto formazioni musicali provenienti da tutta Italia (di cui buona parte dalla Capitanata) giudicati dalla giuria demoscopica composta da Federico Pertosa e Domenico Maria Mascolo dello staff del Primo Maggio Live del Gargano, Matteo Vocale del sito Sannicandro.org , Armando Quaglia del Comitato della Tutela del Mare del Gargano e Davide Maggiano di ‘Gargano Giovani’ nonché direttore del Museo dei Nonni di Peschici. Ecco la classifica provvisoria: si contendono il primo posto i Black Illusion di Cagnano e i Broken Cords di Terlizzi (BA); secondo posto per i Malepasso di Avellino; terzo per Anna Rita Santoro e Silver Bloom, quarto posto per Michele Stefania e Luca Rotondo, seguiti dagli Alter Ego e dai The Look. Come già detto si tratta di una classifica provvisoria che potrà essere anche totalmente ribaltata dalla giuria tecnica.
Grande momento di spettacolo con le Italian Divas che con il loro charme e il loro sex appeal hanno fatto sognare il pubblico della piazza di Ischitella. Le ragazze, fuori concorso, hanno eseguito pezzi coinvolgenti come Lady Marmelade.
Stasera la finale del concorso musicale sarà impreziosita dalla Gargan street, dai Merry Go Round e dalla Lucky’s band.
Grazie ad amicizie in comune, verso la fine dell’anno 2006, Luca, Luisa e Riccardo si incontrano e danno vita al progetto Merry-go-Round. Di seguito, si unisce al gruppo il bassista Francesco Galgani. Con i quattro si ha l’inizio della stesura dei pezzi “Another Cage” e “You’re feeling around”. L’idea di base, che legava tutta la band , era quella di riuscire a far vibrare nelle nostre orecchie un rock alternativo, grezzo, forte ma allo stesso tempo curato e melodico. Per questo motivo, durante l’estate 2007 i Merry-go-Round sentono l’esigenza di acquisire un’altra chitarra. Ad Ottobre ci raggiunge il chitarrista Damiano Guarguaglini e a questo punto la band si sente decisamente completa tanto da scrivere in pochi mesi alcuni pezzi tra cui “I’ll tell you”, “Rust”, “Comatose” e “Through the air”. Ma la determinazione e la passione del gruppo è gia evidente dagli esordi quando con solo due canzoni, non del tutto rifinite, vincono nel Novembre 2008 il concorso “Eufonika” coordinato da Pino Chimenti e Finaz della Banda Bardò. Nemmeno due mesi dopo vincono il concorso Siena in Rock, famoso festival senese diretto da Mauro Pagani che porterà la band ad esibirsi in estate, sullo stesso palco con lo stesso Mauro Pagani. Passata l’estate e dopo vari concerti nei dintorni di Siena e provincia i Merry-go-Round decidono di partecipare al noto contest “Rock Targato Italia” che li porterà fino alla finale regionale. Dopo aver riscontrato un certo consenso positivo durante queste esperienze la band decide di concretizzare, e quindi registrare, qualche pezzo. Così ad Aprile del 2009 iniziano le registrazioni dell’omonimo EP(con la partecipazione di Giuseppe Galgani come produttore artistico) che sarà poi sponsorizzato durante i concerti estivi. La GARGANSTREET  è una vera e propria street band, si esibisce in qualsiasi tipo di manifestazione (serate, piazze, sfilate, animazione nei villaggi turistici…) e intratterrà la serata cagnanese del 30. Affronta generi musicali molto movimentati e divertenti quali Swing, Jazz, Latino americano, Musica italiana, Valzer, American march e altro ancora con brani di fama internazionale ma tutti eseguiti con stile dixieland. Il punto di forza di questa formazione è l’esperienza accumulata nel tempo dai sui componenti che ha dato loro molto successo in campo internazionale. La Garganstreet ha un repertorio più giovane e spiritoso composto da pezzi come Totò; Heidi; O sole mio; Dolce Remì; The saint; Un bacio a mezzanotte; Mille lire al mese; Buonasera signorina; Carillon; Il carnevale di Venezia; The night; Mambo n.5; La bamba; Tico tico; Nessuno mi può giudicare; Il tuo bacio è come un rock; St.tropez twist; Azzurro; Luglio; Brazil; Besame Mucho; La lambada. In poco più di anno hanno già sul loro curriculum venti esibizioni in tutt’Italia, da ricordare la tournée estiva in Capitanata e in  Molise e l’apertura degli eventi natalizi della città di Brindisi. Il loro debutto risale a giugno dell’anno scorso in un locale di Ischitella, come racconta Michele Maiorano, che nelle due formazioni suona il trombone basso: “Non solo ci siamo divertiti moltissimo, ma abbiamo avuto un grande riscontro tra il pubblico, tanto che il proprietario del locale ci ha richiamati altre volte a intrattenere la sua clientela”. Merito tutto della loro simpatia e degli sketch che tra un pezzo e l’altro conquistano tutte le fasce d’età.  A quell’esibizione sono seguite altre “dal momento che collaboriamo con alcune agenzie di spettacolo” spiega Maiorano “che ci hanno spinto fino a Chieti e a Pescara. Spesso però veniamo contattati anche dai singoli comuni: ci siamo esibiti ben tre volte a Rodi Garganico, un’altra volta a Peschici e a Ischitella il giorno della Vigilia di Natale per una manifestazione per bambini. Addirittura ci chiamano anche per feste private!”
La Lucky’s Band è una formazione nata pochi mesi fa che si prepara a debuttare al Living Festival 2010 Il gruppo ha composto tre canzoni: una scritta dal primo chitarrista ,una dal secondo chitarrista e una dal cantante. Una curiosità: il nome deriva dalla marca di sigarette Lucky Strike che, a quanto pare, è la più amata dai componenti del gruppo.
La giuria tecnica sarà composta da Piero Giannini (direttore del magazine garganico ‘Punto di Stella’), Matteo Palumbo (giornalista), Vincenzo Vescera (in arte Vinvè- cantautore e speaker di Onda Radio), Lucio Palazzo (cantautore e presidente del Dizzy Club di Vieste). A fine serata la proclamazione dei primi tre classificati e i vincitori del premio miglior testo in onore di Francesco Bocale, poeta scomparso nel febbraio 2009.
ASSOCIAZIONE SCHIAMAZZI
c/o Studio Tecnico Sanzone
via Orti 5 – 71010 CAGNANO VARANO FG
tel.  327/0072006
fax 0884/8326
e-mail:
staff@cagnanolivingfestival.com

 

 

Leggere è il cibo della mente
Quest’estate regalati

LA GRANDE IMPLOSIONE
rapporto sui viestani 1970 – 2007
il libro di ninì delli Santi

…”nulla è impossibile a Vieste
dove nulla è possibile”…

———————————————————-

LA CITTA’ VISIBILE
L’odonomastica di Vieste
dall’era antica ad epoca contemporanea
di Matteo Siena

in edicola o librerie
prenotazioni e spedizioni
0884/704191
oppure info@ondaradio.info

———————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright