The news is by your side.

L’attività della Guardia Costiera di Vieste durante lo scorso fine settimana

8

Intensa è stata l’attività della Guardia Costiera di Vieste durante lo scorso fine settimana, essendo anche notevole l’affluenza di turisti sulle coste garganiche in questo periodo. Il personale militare, durante il quotidiano pattugliamento via mare e via terra, si è trovato a dover intervenire in diverse situazioni.

Nella giornata di sabato si è registrato il decesso di un turista bresciano, di anni 30, annegato nella acque antistanti un tratto di spiaggia libera sul Lungomare Europa, presumibilmente a causa di un malore sopraggiunto mentre era in acqua con degli amici, che lo hanno prontamente portato sulla battigia, dove gli sono stati prestati subito i soccorsi, ma senza esito. Nella giornata di domenica, invece, anche a causa del forte vento, la sala operativa è stata allertata in diverse occasioni. In un caso si è dovuto procedere a prestare soccorso ad un surfista che, a causa dello strappo della vela, non riusciva a rientrare a terra. Uscita la Motovedetta CP 880, il turista lombardo è stato avvistato, recuperato e accompagnato nel Porto di Vieste, in buone condizioni, seppure particolarmente stremato dalla brutta avventura, avendo nuotato per diverso tempo nel tentativo di raggiungere la riva. Anche le operazioni di Polizia Marittima sono state eseguite con particolare attenzione dalle unità presenti in zona. In particolar modo, l’unità veloce della Guarda Costiera, il GC A74, in pattugliamento tra Vieste e Rodi Garganico, intercettava, in località Il Mulino, un acquascooter che navigava in orario non consentito e che, alla vista dei militari, faceva un veloce rientro a terra, transitando in area destinata alla balneazione e senza l’utilizzo del necessario corridoio di lancio. Il personale, quindi, chiedeva rinforzi da terra e procedeva ad identificare i contravventori e ad elevare loro tre verbali amministrativi, per un ammontare totale di €. 444,00. Si coglie l’occasione per ricordare a bagnanti ed utenti del mare di rispettare le basilari regole di comportamento, per quanto riguarda l’entrata in acqua, che deve avvenire sempre gradualmente dopo lunghe esposizioni solari, solo se si è in perfette condizioni fisiche e dopo aver fatto trascorrere un adeguato periodo dopo la consumazione dei pasti, e per quanto attiene alla pratica degli sport acquatici, che non devono mai comportare situazioni di pericolo, utilizzando i corridoi di lancio ed occupando le aree consentite, rispettando gli orari e le prescrizioni in materia di sicurezza. Per ogni eventuale segnalazione o richiesta di soccorso è sempre attivo, 24 ore su 24, il numero Blu, gratuito, 1530, della Guardia Costiera.

 

 

 

Leggere è il cibo della mente
Quest’estate regalati

LA GRANDE IMPLOSIONE
rapporto sui viestani 1970 – 2007
il libro di ninì delli Santi

…”nulla è impossibile a Vieste
dove nulla è possibile”…

———————————————————-

LA CITTA’ VISIBILE
L’odonomastica di Vieste
dall’era antica ad epoca contemporanea
di Matteo Siena

in edicola o librerie
prenotazioni e spedizioni
0884/704191
oppure info@ondaradio.info

———————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright