The news is by your side.

Cerignola/ Sequestrata la discarica 30 comuni nei guai comprese quelli del Gargano

8

I carabinieri del Noe hanno notificato ieri mattina una ordinanza della magistratura che dispone il sequestro e la chiusura della discarica consortile di Forcone-Cafiero. All’origine del provvedimento vi è la mancata osservanza di una precisa prescrizione che da tempo obbligava il Consorzio e dunque la Sia e dotarsi di un depuratore in grado di regimentare le acque meteoriche.

Una prescrizione che risale a più di due anni fa e che è finora rimasta senza riscontri. Di recente, poi, vi era stata la denuncia di un confinante che aveva lamentato la concentrazione nel suo fondo di grosse quantità di acque piovane, provenienti dalle aree di pertinenza della discarica. E proprio questa denuncia può aver avuto un effetto scatenante nella decisione della magistratura. L’amministratore unico di Sia, Francesco Vasciaveo, ha immediatamente informato i vertici dell’Ato Fg/4, la préfettura, l’assessorato regionale all’Ambiente e la Provincia. E ieri i cancelli della discarica sono rimasti chiusi per i compattatori provenienti dei 30 Comuni della provincia di Foggia che conferiscono i loro rifiuti solidi urbani nella discarica cerignolana, compresi tutti i comuni del nostro Gargano che fine allo scorso mese conferivano in quella di Vieste. La situazione è delicata per Vieste, vista la presenza di numerosi turisti e il conseguente aumento della produzione dei rifiuti. Gli addetti ai lavori, hanno spiegato per oggi l’emergenza è tamponata, ma se non arriva il dissequestro potrebbero esserci seri problemi. La via d’uscita, secondo indiscrezioni raccolte al comune di Vieste è far conferire momentaneamente i rifiuti nella nostra discarica, chiusa lo ricordiamo dopo l’incendio dello scorso mese, che verrebbe riaperta con ordinanza del sindaco, proprio per l’eccezionalità del momento. Comunque, questa mattina, di buon’ora, Vasciaveo si recherà in Procura per chiedere il dissequestro dell’impianto esibendo, contestualmente, il progetto (già inviato alla Regione Puglia ed alla Provincia) perla realizzazione del depuratore. Ma che non viene ancora realizzato per la mancata copertura finanziaria dell’opera per la quale chi deve aprire i cordoni della borsa, o pianificare interventi, già da tempo fa orecchie da mercanti.

 

 

 

 

Leggere è il cibo della mente
Quest’estate regalati

LA GRANDE IMPLOSIONE
rapporto sui viestani 1970 – 2007
il libro di ninì delli Santi

…”nulla è impossibile a Vieste
dove nulla è possibile”…

———————————————————-


LA CITTA’ VISIBILE

L’odonomastica di Vieste
dall’era antica ad epoca contemporanea
di Matteo Siena

in edicola o librerie
prenotazioni e spedizioni
0884/704191
oppure info@ondaradio.info

———————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright