The news is by your side.

Zaccheria in gestione al Foggia per 15 anni. Accordo con il Comune

3

L’aumento della capienza spetterà al club. Lo stadio entro tre anni passerà a 17mila posti a sedere
E l’amministrazione comunale non pagherà i lavori.

 

Dibattito più lungo del previsto sulla convenzione tra il Comune e l’Unione sportiva Foggia per la cessione della gestione dello stadio per i prossimi quindici anni. La convenzione è stata approvata. La convenzione prevedeva che il Foggia pagasse la Tarsu per l’intero impianto sportivo, comprese le palestre interne. Con l’emendamento approvato, il costo della Tarsu delle palestre resta a carico delle piccole associazioni sportive che però pagheranno il canone alla società rossonera. Favorevoli allo «sconto» per il patron Casillo: Pdl, Puglia prima di tutto, Prima Foggia, Udc e Io Sud. Astenuti il Pd e il Psi, contraria la Sel.
LA CONVENZIONE – L’Unione Sportiva Foggia Calcio potrà gestire integralmente lo stadio «Pino Zaccheria» per i prossimi quindici anni, accollandosi i costi di funzionamento, manutenzione ordinaria e straordinaria e garantendo lo svolgimento dell’attività alle associazioni sportive che hanno sede e palestre nei locali sottostanti le tribune. Il Comune di Foggia, proprietario dell’impianto, non avrà più l’onere dei lavori – 1,3 milioni – da eseguire per aumentare la capienza degli spalti dagli attuali 7.500 posti ai 17.697 potenziali. Sono i termini fondamentali dello schema di convenzione tra Comune e U. S. Foggia Calcio approvato dalla Giunta, nella seduta di mercoledì 8 settembre, e che è stato sottoposto al vaglio del Consiglio comunale e definitivamente approvato.
LE CIFRE – I presupposti dell’accordo sono individuabili, per un verso, nell’urgenza di procedere ai lavori di adeguamento dello stadio, come formalmente richiesto più volte dalla Prefettura e dai competenti organi istituzionali; per altro verso, nel crescente numero di abbonamenti sottoscritti per assistere al campionato di calcio 2010/2011, tale da essere soddisfatto a fatica con l’attuale capienza dell’impianto. Il Comune ha già speso 535.723 euro per migliorare la sicurezza della tribuna ovest, dell’anello superiore della curva sud e del settore ospiti della curva nord. Per completare l’intervento, il progetto approvato dalla Giunta a settembre del 2008 prevede l’ulteriore investimento di 1.579.079: 228.000 euro per il completamento delle opere necessarie all’agibilità fino a 7.500 spettatori, che resteranno a carico dell’Amministrazione comunale; 1.351.079 per arrivare a 17.697 spettatori, che saranno investiti dall’U. S. Foggia Calcio.
I TEMPI – La convenzione, inoltre, obbliga la società ad eseguire questi lavori entro tre anni dall’ultimazione dell’intervento di competenza comunale. Alla società calcistica sono ceduti in uso: il campo da gioco e gli spogliatoi; i locali, le strutture accessorie e le pertinenze, compresa l’area di prefiltraggio. Sono esclusi dalla convenzione i palazzetti di basket e pallavolo «Russo» e «Preziuso». L’atto obbliga l’U. S. Foggia ad «assicurare continuità di utilizzo dei locali alle Associazioni Sportive, che da anni utilizzano pagando secondo il tariffario comunale le tre palestre ubicate sotto la Curva sud, le due palestre e le due sedi sociali ubicate sotto la Tribuna est e l’Associazione Italiana Arbitri FIGC che si trova sotto la Curva nord». La sub concessione avrà medesima durata della concessione ed i canoni – circa 25.000 euro l’anno – saranno oneri della società calcistica, che assume la titolarità di tutte le utenze e l’obbligo di pagare la tassa per i rifiuti solidi urbani relativamente all’intero impianto. Inoltre, l’U. S. Foggia gestirà, direttamente o indirettamente la pubblicità interna all’impianto e i locali adibiti a punti di ristoro.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright