The news is by your side.

La Capitanata sarà ad Expo 2015

6

Il presidente dell’Ente Fiera parla della creazione di un possibile “Salone dei Turismi”.

 

La «fiera dei turismi» potrebbe essere la novità del cartellone fieristico foggiano per il prossimo anno. Per il momento si fanno le prove generali durante questa campionaria d’ottobre:
nel padiglione 23 c’è una mostra sui cinque grandi eventi estivi in Capitanata che racchiude un po’ il senso di un’operazione lungimirante. «Abbiamo l’ambizione di pensare a una rassegna che racchiuda il valore intrinseco del turismo in Capitanata, una risorsa che svaria dal turismo balneare a quello religioso, fino alla valorizzazione delle aree interne dei monti Dauni», spiega il presidente dell’ente fiera Fedele Cannerozzi.
La campionaria diventa così un luogo d’incontro e di discussione anche con gli altri enti che compongono il consiglio d’amministrazione: «Abbiamo inaugurato un metodo di confronto che ci consentirà di andare lontano – ne è sicuro Cannerozzi – la fiera dialoga regolarmente con Comune, Provincia e Regione, ma guarda con favore a tutti quelle realtà del territorio che possono rappresentare un elemento di novità e di vetrina per le nostre rassegne».
La rassegna sui «piccoli borghi grandi eventi» nasce con lo scopo di offrire ai visitatori «un momento di conoscenza e di svago, dal momento che ogni sera sono previsti spettacoli di intrattenimento musicale e teatrale». Tra i momenti solenni della trentaduesima edizione, Cannerozzi segnala «l’intitolazione (venerdì: ndr) del palazzo dei congressi all’onorevole Gustavo De Meo, che ha reso grande e importante questo quartiere fieristico».
La vicepresidente della Provincia, Elvira Consiglio, si sofferma invece sulla partecipazione della Capitanata all’Esposizione universale sull’alimentazione, un’idea nata ai tempi della presidenza del comitato del lucerino Stanca e che per fortuna non è tramontata dopo le dimissioni: «A giorni – annuncia – firmeremo il protocollo d’intesa con il commissario straordinario di Expo 2015».
La vicepresidente (con delega al Turismo) spande ottimismo sulla borsa del turismo Aurea e anzi indica in questo incidente di percorso (la borsa a rischio per manancanza di budget) un esempio di come le istituzioni locali si siano messe a far sistema: «Abbiamo affrontato il problema con la volontà di risolverlo, non ci siamo disuniti di fronte alle difficoltà, ha prevalso lo spirito unitario e di collaborazione che dovrebbe sovraintendere a tutte le attività che quotidianamente svolgiamo nell’interesse della cosa pubblica». 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright