The news is by your side.

Peschici/ Un aeroporto sul Gargano nuovo incontro con i sindaci

7

Il convegno organizzato dall’Amministrazione Comunale.

 

Il sindaco di Peschici, Domenico Vecera, si fa promotore di un’iniziativa al fine di riportare al centro del confronto politico la questione relativa ad uno scalo areoportuale per il Gargano. Si tiene, oggi alle 18, nella sala consiliare del municipio di Peschici un incontro sul tema “Sistema turistico di Capitanata e soluzione aeroporto”, al quale parteciperanno sindaci e operatori turistici garganici, ma anche quanti, a vario titolo, ne sono interessati. L’ipotesi che s’affaccia è quella della costituzione di un comitato intercomunale pubblico-privato per l’individuazione e attivazione
di uno scalo aeroportuale funzionale al Gargano. Dopo la pausa estiva, tornano a riunirsi sindaci e operatori turistici per avviare un percorso che possa servire a dare concretezza a quello che finora rimane un “puro desiderio”, appunto l’aeroporto. Pochi mesi fa, su iniziativa dell’associazione “Gargano libero” si riprese il filo del discorso sulla questione dell’aeroporto “Gino Lisa”. “Gargano libero” emise i primi vagiti a maggio scorso, su iniziativa del commissario dell’Apt (Azienda per il turismo), Nicola Vascello, e di Raffaele Vigilante. L’iniziativa del primo cittadino di Peschici ha tutto il sapore di responsabilizzare amministratori e operatori sulla complessa questione, e non è detto che non possa essere la strada giusta, quantomeno per individuare alcuni punti di certezza.
L’ultima riunione, sulla questione aeroporto si tenne a giugno nella sala consiliare di Rodi Garganico, un incontro al quale parteciparono i sindaci del Gargano, e non solo: c’erano anche i primi cittadini del capoluogo, Gianni Mongelli, San Severo, Gianfranco Savino, e i consiglieri regionali Giovanni De Leonardis e Dino Marino. Che si solleciti una definizione sul futuro dello scalo aeroportuale della Capitanata è comprensibile soprattutto dopo i venti che stanno soffiando e che vorrebbero spazzar via lo scalo foggiano; eventualità che gli amministratori, ma anche e soprattutto gli operatori turistici vogliono assolutamente che venga scongiurata, per evitare che il Gargano diventi sempre più distante dagli interessi di agenzie di viaggio e di promozione turistica.
Apprezzabile la disponibilità che diede il sindaco del capoluogo il quale assicurò che non ci sarebbero stati ostacoli di nessuna natura per l’allungamento della pista, lavori indispensabili per consentire atterraggio e decollo di aeromobili in grado di trasportare un numero significativo di passeggeri.
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright