The news is by your side.

22 maggio: Festa delle Oasi Wwf

16

 Le iniziative presso l’Oasi Lago Salso.

 

“Una nuova oasi per te” questo è il messaggio che segna la Festa delle Oasi WWF 2011 prevista per il 22 maggio.
In omaggio all’Anno delle Foreste, il WWF lancia, infatti, una grande raccolta fondi per salvare tre boschi italiani di grande valore naturalistico e allo stesso tempo tra i più minacciati del nostro territorio: i Boschi di Marzagaglia in Puglia, un’area prossima alla Riserva naturale di Valpredina sulle Prealpi bergamasche, il bosco umido di Foce dell’Arrone sul litorale laziale. Si tratta di meravigliose foreste minacciate da tagli e pascoli, bracconieri e devastanti urbanizzazioni.
Fino al 29 maggio basterà inviare un SMS al numero 45507 per donare 2 euro. I fondi raccolti saranno utilizzati per acquisire le tre aree e dare vita a nuove Oasi WWF come patrimonio di tutti. Oggi, dopo più di quaranta anni, le Oasi WWF sono oltre 100 piccoli e grandi paradisi naturalistici, visitati annualmente da più di 500 mila persone.
 “Saranno tre nuove aree protette  – ha dichiarato Matteo Orsino, consigliere del WWF Puglia –  che si aggiungeranno agli oltre 30 mila ettari di territorio che il WWF protegge. L’anno scorso l’Oasi Lago Salso partecipò alla festa delle Oasi per la prima volta, dopo il suo ingresso nelle Aree Protette dell’Associazione. Ancora più ricco è il programma di quest’anno previsto per i suoi visitatori.”
Domenica 22 maggio, infatti, sono moltissime le iniziative per grandi e piccoli organizzate nelle oasi dall’associazione su tutto il territorio italiano, aperte gratuitamente per celebrare la natura italiana e l’Anno internazionale delle foreste.
In Italia, evidenzia il WWF, gli oltre 10.600.000 ettari di boschi, insieme alle migliaia di specie che vi abitano, devono fare i conti con gli incendi, che distruggono ogni anno oltre 50.000 ettari di aree boscate, il consumo del suolo, che negli ultimi 15 anni ha divorato 3,5 milioni di ettari di territorio (poco meno di Lazio, Umbria e Abruzzo insieme), il degrado e il bracconaggio, che ogni anno ferisce o uccide migliaia di animali comprese specie rare e a rischio estinzione. Tanto che, sebbene i boschi occupino il 34,7% del nostro territorio, solo una piccola parte non ha conosciuto la mano dell’uomo e può essere considerata “di qualità”.
Per Carlo Fierro, presidente del WWF Foggia: “Difendere i boschi vuol dire difendere un patrimonio indispensabile anche per le nostre vite, perché sono alla base degli equilibri ecologici, garantiscono aria e acqua pulita, ci difendono dal dissesto idrogeologico, regolano il clima, offrono materie prime e posti di lavoro. Le Oasi sono la prova che difendere i boschi è possibile. Dove è nata un’Oasi ha vinto la natura. Ai cittadini chiediamo di venire a vedere come e di aiutarci a continuare “.
Per Domenica 22 maggio l’apertura gratuita dell’Oasi WWF Lago Salso è prevista alle ore 10. I visitatori troveranno banchetti informativi su campagne nazionali e internazionali del WWF e su i progetti di conservazione del Centro Studi Naturalistici. Sono previste numerose escursioni guidate nella zona umida: attrazione principale della giornata saranno certamente le dieci coppie di cicogne che hanno deciso quest’anno di fare il nido nell’oasi. Degustazione di prodotti tipici a cura della Coldiretti (Mercato di “Campagna Amica”). Proiezione del documentario i “Rapaci del Gargano: un patrimonio da salvare” e d’immagini sulla biodiversità dell’Oasi. Mercatino equo e solidale di oggetti realizzati dall’associazione “Nido del Gufo”, che nasce e opera in Colombia, favorendo lo sviluppo e autostima attraverso il lavoro delle donne e portando avanti le attività per i bambini e i giovani di un quartiere periferico di Bogotà.
La chiusura dell’Oasi è prevista alle 19.00. Per info e prenotazioni delle escursioni guidate, telefonare allo 0884.571009 (dalle 9.00 alle 13.00) – mail  info@oasilasosalso.it


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright