The news is by your side.

Calcio Seconda Categoria/ Cagnano, il ripescaggio coglie tutti di sorpresa

5

Il presidente Leonardo Pelusi: "ci faremo trovare pronti”.

 

Ancora qualche giorno e il Cagnano (colto letteralmente di sorpresa per il ripescaggio nel torneo regionale di «Seconda categoria») partirà per la preparazione. La società del presidente Leonardo Pelusi sta affrettando i tempi per completare la rosa. L’obiettivo è quello di richiamare i cagnanesi che in questi anni hanno giocato lontano dal proprio paese. ecco quindi che ragazzi come Giovanni Tannone, Marco D’Uva e Daniele Tenace potrebbero ritornare ad indossare la maglia del Cagnano. Ma non solo potrebbe esserci il rientro di qualche giocatore esperto come Marco Aurelio. Intanto è ufficiale: l’under Matteo Pelusi (‘94) è stato ingaggiato dal Sulmona (Eccellenza Abruzzese) dopo la straordinaria stagione dell’anno che si è appena concluso. Intanto il Cagnano potrà contare sul portiere Marco Di Nauta che, proprio in questi giorni, ha rifiutato diverse offerte da squadre del circondano. In attacco sarà ancora Michele Di Rita a trascinare la squadra con Alessio Rendina e Francesco De Biase a supporto. Il tecnico Michele Rendina sarà affiancato da Matteo Lombardi e Marco Polignone che hanno ben fatto in questi ultimi anni con i giovani del posto. «Abbiamo una buona base su cui ripartire – ammette il presidente LeonardoPelusi- cerchiamo altri giovani di valore nel nostro territorio. Il campionato regionale è una buona vetrina per i giovani, noi stiamo qui». Ora il Cagnano deve crescere e occorre potenziarla negli uomini, irrobustirla con la sedimentazione delle risorse umane e dotarla di un progetto rigoroso, proporzionato e applicato. Per chi sarà vicino al timone dei Cagnano sarà necessario impegnarsi sul mercato, scarpinare di più per trovare le occasioni giuste, creare un gruppo affamato per superare le previsioni. Ai tifosi piacciono i giovani, adorano che la propria dirigenza scovi il prodigio nel circondario, che peschino lo sconosciuto meraviglioso

Antonio Villani


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright