The news is by your side.

Ischitella – ‘Terra Terra’ con Elena Ruzza il 25 agosto

28

Teatro della memoria e storie di emigrazione dal Gargano al nord

Nell’ambito della rassegna Gargano Letteratura 2011, il monologo teatrale "Terra Terra" di e con Elena Ruzza (al pianoforte: Barbara Pungitore, alle percussioni Matteo Cantalamessa, disegno luci Agostino Nardella) sarà rappresentato il 25 agosto alle ore 21.30, a Ischitella nel piazzale San Francesco.

Terra Terra: è uno spettacolo di e con Elena Ruzza – Musiche di Barbara Pungitore – Collaborazione artistica di Mariella Fabbris
Storie di un mondo semplice che decide di lasciare il Paese, intrecci di vite tra i vagoni di un treno, i pullman, i camion, le navi che portano uomini e donne lontano dalla propria terra con il sogno di costruire una nuova vita. Racconti spesso sussurrati con parole di altri tempi, una commistione di italiano e dialetto in cui passato, presente e futuro si mescolano … ed anche i luoghi e i mondi lontani da cui si proviene vengono ricreati in spazi nuovi ed esibiti su una scena urbana Settimese e Torinese ormai divenuta internazionale ….
Così in queste Città capita di ritrovare profumi gusti ed immagini perdute e, nella memoria, ritrovate.
Il racconto parte dai nomi, o per meglio dire dai soprannomi che fungono da albero genealogico per trovare le radici di ogni persona … e si perde nei tanti percorsi che il raccontare stesso crea, fino a divenire la narrazione di una migrazione esemplare che racconta: l’Italia del dopoguerra, il boom economico, la ricerca di una Casa, il lavoro, l’arrivo a Settimo Torinese e a Torino, che diventa la terza città meridionale d’Italia.
Dal progetto di Ricerca Teatro e Documentario "Origini : Storie di Migrazioni, di fughe di popoli, di nascite di idee, casa, famiglia, lavoro.
Dalle Memorie di una migrazione esemplare italiana, Ischitella – Settimo, Torino alle memorie di una migrazione contemporanea dall’Africa, dall’Est Europa, dal Sud America… Italia da Terra di Emigrazione a Terra di Immigrazione.

Chi è Elena Ruzza: (sintesi)
è un’attrice che lavora sulla memoria, sui diritti e sul territorio con estrema cura e passione.
ESPERIENZE di vita e lavoro (sintesi)
Anno 2003 "Non mi arrendo, non mi arrendo" oltre 50 Donne raccontano la Resistenza. Progetto di laboratori e spettacoli Con Mariella Fabbris, Gabriella Bordin, Rosanna Rabezzana e Elena Ruzza. 2004-05 "Saluti da Settimo"a cura di Mariella Fabbris. 60 bambini raccontano il passato e il presente industriale della città. "Non mi arrendo, non mi arrendo, Storie di donne di diritti conquistati e da riconquistare" . Con Gabriella Bordin, Mariella Fabbris, Rosanna Rabezzane e Elena Ruzza. Repliche al Teatro Carignano, Cavallerizza, Fabrica di Avigliana. -2005- 2006 -2007 Figli della Fabbrica . Progetto Ecotempo/Scuola della città di Settimo T.se a cura di Mariella Fabbris . Progetto di laboratori e spettacoli per 100 ragazzi della Scuola Superiore sulla memoria del lavoro. – Anno 2006. "1907 – 2007 : 100 anni di Farmitalia". Progetto Ecotempo/Scuola: Per un teatro della memoria. Città di Settimo, Fondazione Cultura Metropolitana. 400 ragazzi delle scuole elementari , medie e superiori raccontano i 100 anni della Farmitalia ora Antibioticos. – 2006- 2007 "Barattoli di Memoria" segue parte del laboratorio rivolto ai ragazzi dei 2006 ed è attrice – interprete dello spettacolo all’Ecomuseo di Settimo. Regia di Massimiliano Giacometti. 2006-2007 "LuneStorte" Attrice , interprete . spettacolo sulla memoria del manicomio di Collegno. Regia di Rosanna Rabezzana e Mirella Violato. – Anno 2007-2008 La memoria dei luoghi progetto di laboratori rivolti alle bambine, ragazze e donne finalizzati agli spettacoli presentati nel quartiere San Salvario ,città di Torino "I Promessi Sposi… progetto di laboratori rivolti alle bambine, ragazze e donne finalizzati agli spettacoli presentati nel quartiere Villaggio Fiat ,città di Settimo Torinese –2007 Una storia per Romeo e Giulietta progetto di laboratori rivolti alle bambine, ragazze e donne finalizzati agli spettacoli presentati nel quartiere Villaggio Fiat ,città di Settimo Torinese – 2008 Vallette progetto di laboratori rivolti alle bambine, ragazze e donne finalizzati agli spettacoli presentati nel quartiere San Salvario ,città di Torino 2008 2008 – 2009 Ritratti. Omaggio a Miriam Makeba Recital teatrale e musicale sulla vita della più grande cantante sudafricana di tutti i tempi. In produzione : "il libro dov’è?" Ritratto di Italo Calvino con Mariella Fabbris e Antonella Delli Gatti. Produzione SantiBriganti Teatro e Festival Internazionale "i luoghi delle Parole" debutto 20 – 21 ottobre 2009 Garybaldi Teatro Documentari – Cinema "Non mi arrendo, non mi arrendo" dallo spettacolo teatrale al Teatro Carignano per i 60 della Resistenza . Vince il primo premio come miglior documentario italiano sulla Resistenza. Settembre 2006. Ospite speciale a Napoli per la rassegna "A corto di Donne" giugno 2007. -Per un Teatro della Memoria E’ Attrice, organizzatrice e segretaria di produzione del Film documento "I colori di una fabbrica" di Franco e Mario Piavoli Vincitore del premio Action, diritti in movimento; di Libero Bizzarri di San Benedetto del Tronto;
PUBBLICAZIONI
"Non mi arrendo, non mi arrendo" un teatro di donne, memorie lotte e diritti a cura di Roberta Gandolfi- e Carlotta Pedrazzoli. Continua a seguire come attrice e come operatrice teatrale laboratori e progetti speciali rivolti alla scuola elementare, media e superiore per la Città di Settimo e Torino con Mariella Fabbris. Con il gruppo Almateatro Torino è impegnata sui temi della memoria, della migrazione e della conquista dei diritti. elenaruzza@virgilio.it mariellafabbris@libero.it


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright