The news is by your side.

Vieste – TURISMO, TRE FASCE PER LA TASSA DI SOGGIORNO

23

 

Si parte da 1 euro, poi 0,80 e 0,60

Sarà l’argomento centrale del Consiglio comunale che si terrà mercoledì mattina 31 agosto: il Regolamento per l’applicazione dell’imposta di soggiorno. Dopo l’istituzione dell’imposta, il Comune di Vieste deve, infatti, approvare entro fine agosto il relativo regolamento. Nella bozza predisposta dall’assessore comunale al Turismo Nicola Rosiello sono previste tre fasce di imposizione.

L’imposta è pari a euro 1,00 al giorno per persona per i pernottamenti effettuati in alberghi 5 stelle, alberghi 4 stelle, residenze turistico-alberghiere 4 stelle. L’imposta è pari a euro 0,80 al giorno per persona per i pernottamenti effettuati in alberghi 3 stelle, residenze turistico-alberghiere 3 stelle e villaggi turistici 4 stelle.  L’imposta è pari a euro 0,60 al giorno per persona peri pernottamenti effettuati in alberghi 2 stelle, alberghi 1 stella, residenze turistico-alberghiere 2 stelle, villaggi turistici 3-2 e 1 stella, esercizi di affittacamere, alloggi agrituristici, bed & breakfast, campeggi, aree attrezzate per la sosta, case ed appartamenti vacanze, case per ferie e ogni altra struttura turistico-­ricettiva che presenti elementi ricollegabili a una o più delle precedenti categorie, situate nel territorio del Comune di Vieste. L’imposta si applica fino ad un massimo di 10 pernottamenti consecutivi per viaggi individuali e tino ad un massimo di 3 giorni consecutivi per viaggi di gruppo con almeno 25 partecipanti.
Sono esenti dal pagamento dell’imposta di soggiorno: minori entro il quattordicesimo anno di età; gli animatori turistici che prestano l’opera in strutture turistiche della città nonché tutti coloro i quali sono regolarmente assunti in aziende locali che non risultano iscritti all’anagrafe cittadina; portatori di handicap e relativo accompagnatore; gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati (l’esenzione si applica per ogni autista di pullman e per un accompagnatore turistico ogni 25 partecipanti); gli stagisti di scuole superiori o università; agenti di viaggio, tour operator, giornalisti, organizzatori di eventi purché dimostrino di appartenere ad una delle categorie di riferimento prima citate (l’esenzione non si applica all’eventuale nucleo familiare). Sono, inoltre, esenti dal pagamento dell’imposta di soggiorno coloro che soggiornano nei periodi dell’anno compresi dal l° gennaio al 14 maggio e dal 16 settembre al 31 dicembre.
Il soggetto responsabile degli obblighi tributari è il gestore della struttura ricettiva presso la quale sono ospitati coloro che sono tenuti al pagamento dell’imposta.
II gestore della struttura ricettiva ha 1’obbligo di informare i propri ospiti, in appositi spazi, dell’applicazione e dell’entità dell’imposta di soggiorno nella città di Vieste. Inoltre, all’arrivo di ogni cliente, ha l’obbligo di consegnare una carta di servizi per il turista denominata "Vieste Card" valevole per il periodo di soggiorno. Questa card consentirà di beneficiare di riduzioni su acquisti di beni e servizi presso le strutture convenzionate e di fruire gratuitamente di alcuni servizi offerti nella città.
Il gettito derivante dalla tassa di soggiorno sarà vincolato a finanziare interventi in materia di turismo, ivi compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, nonché interventi di manutenzione, fruizione, recupero e promozione dei beni culturali e ambientali locali, nonché per l’istituzione ed il potenziamento di servizi pubblici locali quali trasporto turistico, sicurezza e decoro urbano.
Per quanto riguarda l’attività di monitoraggio è prevista l’istituzione di una “cabina di regia” che svolgerà tale attività relativamente alla modalità di applicazione della tassa di soggiorno, all’attivazione dei servizi turistici previsti per ogni anno inseriti nella ViesteCard ed all’evasione dell’imposta. Inoltre la “cabina di regia” per la tassa di soggiorno (denominata C.R.T.S.) avrà il compito di supporto nell’attività di promozione turistica, ideazione e gestione progetti promozionali; ideazione e gestione grandi eventi
La C.R.T.S. si compone di cinque soggetti: sindaco di Vieste o suo delegato, assessore al Turismo di Vieste, presidente o suo delegato Federalberghi/Confcommercio Vieste, presidente o suo delegato Consorzio Gargano Mare, esperto in economia e gestione di servizi/marketing territoriale (quest’ultimo nominato dalla Giunta comunale previa acquisizione di curriculum vitae ed in rispetto delle normative vigenti su affidamento incarichi). L’attività dell’esperto verrà valutata annualmente all’interno della C.R.T.S. che rinnova la nomina oppure chiede la revoca. L’incarico di esperto può essere ricoperto per massimo 3 anni consecutivi. All’esperto verrà riconosciuta a titolo di compenso, al netto, la somma di euro 6.000 annui.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright