The news is by your side.

Calcio/ Seconda Categoria/ E il Peschici va due vittorie su tre e domenica il derby

5

Da outsider a protagonista del campionato. Garganici in prima fila.

 

E’ una squadra, quella granata impegnata da matricola nel campionato regionale di “Seconda Categoria”, che piace e stupisce. Due vittorie in tre gare e zona playoff sempre più vicina. Ma dove può arrivare questo Peschici? “non ci poniamo limiti – dice il patron Lino Marino – oltre all’entusiasmo cresca anche la fiducia nei propri mezzi quando si ottengono risultati positivi. Il raggiungimento degli obiettivi passa anche e soprattutto dal proprio campo: non è pensabile far fatica davanti ai nostri tifosi, che sono sempre stati eccezionali con noi”. Una squadra, quella allenata da Sante Lapomarda, che piace, che conquista. “Il nostro modo di giocare richiede una grande partecipazione, in più bisogna sempre far girare il pallone. Siamo però ancora all’inizio, c’è grande spazio di crescita”. La voglia e la capacità di soffrire contraddistingue in positivo questo gruppo. “I tifosi fin dal primo giorno ci hanno chiesto di lottare per la maglia – dice il giovane De Nittis andato in rete domenica scorsa – e questo noi lo stiamo dimostrando”. Domenica il derby con la viestese: e Sante Lapomarda sarà l’ex di turno. “Loro sono una squadra ben organizzata, che in campo sa ben come muoversi e come fare – dice il tecnico . Sarà sicuramente una partita complicata e noi dovremo ripartire da quanto di buono mostrato fino ad ora. La cosa fondamentale è non essere presuntuosi e non pensare che sia una partita semplice, che perché loro affronteranno il Peschici e per questo daranno il massimo”. La squadra garganica, invece, è andata al di là di ogni aspettativa. “Ci siamo ritrovati bene in campo – continua il tecnico – e abbiamo dato tutto: ora vogliamo sfruttare questa opportunità”. Ma sulla strada degli uomini del ds Mauro La Torre ci sranno i cugini della Viestese che, nonostante la sconfitta di domenica scorsa, hanno espresso un’ottima organizzazione di gioco. “Comunque andrà a finire – sottolinea il dirigente – abbiamo maturato una grande esperienza che si rivelerà utile in vista delle prossime gare”. La base da cui ripartire è probabilmente il grande gruppo che si è formato. “In effetti è stata la nostra forza – commenta La Torre – più che una squadra di calcio i nostri ragazzi sono un gruppo di amici che sta insieme anche al di là dell’aspetto sportivo”. La gara con la Viestese è sicuramente da tripla: anche i ragazzi sanno che nulla è scritto nonostante la forza degli avversari. “Resta sempre un derby aperto a qualsiasi risultato – rivela Marino – è impossibile stabilire chi partirà in vantaggio. Non facciamo calcoli e giochiamo come abbiamo sempre fatto, contro la Viestese non sarà affatto facile, hanno un buon organico che ti può punire in qualsiasi momento”. Ma il Peschici e i suoi vogliono il successo. “Dobbiamo cercare di tenere la massima concentrazione. I ragazzi sanno quello che come società vogliamo: andare ancora più in alto e questo lo sanno tutti”.

Antonio Villani


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright