The news is by your side.

Infrastrutture: progetti ammessi a finanziamento per 55 milioni di euro

6

Il presidente Pepe: «Impegno politico e istituzionale per lo sviluppo della Capitanata».

 

La Giunta provinciale ha approvato il “pacchetto” dei progetti preliminari inerenti gli interventi strategici ammessi a finanziamento nell’ambito della delibera Cipe dell’agosto scorso, con la quale è stato disposto l’utilizzo dei finanziamenti Fas (Fondo per le Aree Sottoutilizzate). Dopo l’assegnazione formale delle risorse economiche, dunque, la Provincia di Foggia ha accelerato al massimo i tempi della fase progettuale, così da rendere possibile una celere partenza dei lavori il cui finanziamento complessivo ammonta a circa 55 milioni di euro.«La stagione della ripresa economica e dell’ammodernamento infrastrutturale della Capitanata – commenta il presidente della Provincia, Antonio Pepe – passa innanzitutto dalla capacità degli Enti locali di dimostrare di saper spendere presto e bene le risorse comunitarie. Una sfida amministrativa e culturale della quale, specie in questa fase di difficoltà economica, si avverte l’importanza». Il presidente della Provincia sottolinea da questo punto di vista come «in poco meno di tre mesi, dal momento del varo della delibera del Cipe ad oggi, la Provincia di Foggia ha saputo ultimare la fase della redazione dei progetti preliminari, dando prova di un impegno politico e istituzionale rilevante sul fronte degli interventi per la crescita del territorio. Il grande “patto” tra il Governo nazionale e gli Enti locali, che è alla base del “Piano per il Sud”, è infatti costruito proprio sul salto di qualità che le amministrazioni pubbliche hanno il dovere di fare sul versante della ra!pidità e della qualità nell’utilizzo delle risorse europee, dunque nell’ottica della costruzione di una più matura e moderna cultura di governo».Nello specifico l’esecutivo di Palazzo Dogana ha licenziato i progetti preliminari per il primo stralcio degli interventi di potenziamento e messa in sicurezza dei cosiddetti “assi di penetrazione” della Strada Regionale 1 previsti dal nuovo tracciato (all’altezza dell’intersezione della Strada Regionale 1 con la Strada provinciale 5 Pietra Montacorvino, con la Strada provinciale 16 San Severo-Piano Devoto, con la Strada provinciale 130 relativamente alla nuova bretella di collegamento tra Roseto Valfortore e Alberona, con la Strada provinciale 123 Troia-Orsara); per il primo lotto funzionale dell’adeguamento della viabilità di accesso/servizio alla zona industriale Asi di Incoronata con riferimento agli interventi sulla Strada provinciale 75 quale interconnessione con il nuovo casello autostradale “Foggia Sud”; per il primo lotto della Tangenziale est di San Severo, nel tratto di collegamento della Strada Statale 16 “Adriatica” e il nuovo casello autostradale.«Sul fronte del progresso infrastrutturale della Capitanata la Provincia di Foggia sta compiendo uno sforzo significativo – sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici, Domenico Farina – tanto per ciò che riguarda la sinergia e la collaborazione interistituzionale sia per il suo impegno tecnico e progettuale. L’approvazione dei progetti preliminari, che giunge come naturale esito del meticoloso lavoro di programmazione che ci ha visti impegnati nell’ambito della pianificazione strategica infrastrutturale collegata al “Piano per il Sud” del Governo, conferma il nostro essere Ente virtuoso, che per primo è riuscito a tagliare il traguardo del passaggio dalla fase della programmazione e quella della progettazione. Un ringraziamento particolare va rivolto al presidente Pepe, che con il suo lavoro, la sua attenzione e la sua costante interlocuzione con il Ministro per gli Affari Regionali Raffaele Fitto ha contribuito in modo determinante da un lato allo sblocco dei fondi “Fas” e d!all’altro all’ottenimento della finanziabilità degli interventi per la Capitanata all’interno della delibera Cipe. Contiamo adesso di arrivare altrettanto rapidamente alla partenza dei lavori, nella consapevolezza che quella che abbiamo di fronte è una grande e storica opportunità perché il nostro territorio possa rimettere in moto il treno del suo sviluppo socio-economico».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright