The news is by your side.

Formazione professionale, Provincia di Foggia pubblica 6 nuovi avvisi pubblici

7

Un milione e 279mila euro per la formazione professionale nella Provincia di Foggia. Sono stati pubblicati sul Burp (Bollettino ufficiale della Regione Puglia) dello scorso 20 ottobre sei avvisi pubblici della Provincia di Foggia che riguardano la formazione professionale. Si tratta di finanziamenti provenienti dal Fondo sociale europeo gestiti dalla Regione. Gli avvisi sono sei. I primi tre sono rivolti a lavoratori in mobilità, disocupati o inoccupati. Il primo avviso prevede, si legge in una nota della Provincia, «aiuti per l’assunzione con contratto a tempo indeterminato per il reinserimento lavorativo di lavoratori in mobilità non in deroga, o che hanno cessato un’attività imprenditoriale senza sostegno al reddito e senza un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi e di disoccupati di lunga durata iscritti nelle anagrafi dei Centri territoriali per l’impiego della Provincia di Foggia». Il secondo «aiuti per l’assunzione con contratto a tempo indeterminato per l’inserimento e il reinserimento lavorativo di inoccupati e disoccupati laureati fino a 34 anni iscritti ai Centri territoriali per l’impiego della Provincia di Foggia senza un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi». Il terzo avviso prevede «aiuti per l’assunzione con contratto a tempo indeterminato di disoccupati over 45 iscritti ai Centri territoriali per l’impiego della Provincia di Foggia senza un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi».
 Il quarto avviso prevede «l’erogazione di 120 voucher di conciliazione – del valore massimo di 2mila 500 euro – per donne in formazione o alla ricerca attiva del lavoro utili a favorire l’inserimento occupazionale delle donne e la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro». Il quinto avviso prevede «80 voucher – del valore massimo di 2mila 500 euro – per assistenza, durante l’orario di lavoro, a bambini figli di dipendenti, familiari portatori di handicap o anziani ammalati, destinati a donne occupate che non hanno tempo e modo per partecipare pienamente al mercato del lavoro perché chiamate a gestire i carichi familiari». Il sesto e ultimo avviso prevede «interventi formativi per docenti finalizzati all’acquisizione di competenze per la progettazione di uno stage aziendale».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright