The news is by your side.

Politiche giovanili: per i ragazzi il progetto Giovani Fermenti

12

Rocco Ruo: “oggi più che mai dobbiamo sostenere le politiche giovanili con particolar riferimento alle prospettive occupazionali”.

 

 Politiche Giovanili, giovedì 24 novembre a Palazzo Dogana convegno di presentazione del progetto “Giovani Fermenti” finanziato dal Ministero della Gioventù Avvicinare i giovani al mondo del lavoro, promuovendo un rapporto più diretto e virtuoso tra domanda e offerta, dal quale possano nascere nuove opportunità e nuove occasioni per i ragazzi di Capitanata. Sono le finalità del progetto “Giovani Fermenti”, presentato dalla Provincia di Foggia – in qualità di Ente capofila – e finanziato dal Ministero della Gioventù attraverso l’iniziativa “Azione ProvincEgiovani”, edizione 2010. Al progetto partecipano, in qualità di partner, la Camera di Commercio e l’Università degli Studi di Foggia, le ACLI provinciali, Informa scarl e, in qualità di associati, EnAIP Puglia, UPAC Confartigianato, Giovani delle Acli nazionali, Confcommercio PMI, Giovani industriali di Confindustria Foggia, Cia’t srl e l’Ufficio Scolastico provinciale.«L’attenzione verso l’universo giovanile – spiega l’assessore provinciale alle Politiche Giovanili, Rocco Ruo – oggi più che mai pensiamo debba muoversi nella direzione del futuro, con particolar riferimento alle prospettive occupazionali, purtroppo sempre più fosche e incerte per i nostri ragazzi. Per questi motivi abbiamo inteso dar vita ad un momento di forte promozione di una migliore e più consapevole partecipazione al mercato del lavoro da parte dei giovani residenti sul territorio provinciale, con un’attenzione particolare allo “snodo” rappresentato dall’ultimo anno del ciclo di studi delle scuole secondarie di secondo grado». «Un ringraziamento particolare e sincero va rivolto al ministro Giorgia Meloni – aggiunge Ruo – per la sensibilità dimostrata e per l’impegno profuso nel corso della sua esperienza alla guida del Ministero della Gioventù, che per molti versi ha rappresentato una vera e propria rivoluzione nel modo intendere e declinare in azioni di governo il t!ema cruciale e strategico delle politiche giovanili nel nostro Paese e, soprattutto, nel Mezzogiorno d’Italia».“Giovani Fermenti” intende dunque sperimentare nuove forme e modalità di dialogo e confronto tra i giovani e le Agenzie territoriali (Provincia, Università, Camera di Commercio) che – direttamente o indirettamente – svolgono un ruolo di regolazione del mercato del lavoro, sia dal lato dell’offerta che della domanda. Il principio che ispira questa sperimentazione è quello per cui un protagonismo consapevole dei giovani può essere di per sé un utile supporto alla costruzione di politiche attive del lavoro più efficaci, in grado di indirizzare nel suo insieme il sistema complessivo di supporto all’occupabilità verso una migliore combinazione tra aspettative (dei giovani) e opportunità (di mercato).Il progetto finanziato da Ministero della Gioventù sarà illustrato nel dettaglio giovedì 24 novembre, alle 10.30 nella Sala Giunta di Palazzo Dogana, nell’ambito di un convegno al quale prenderanno parte il presidente della Provincia, Antonio Pepe; l’assessore provinciale alle Politiche Giovanili, Rocco Ruo; il presidente della Camera di Commercio di Foggia, Eliseo Zanasi; i rappresentanti delle istituzioni e degli enti partner di “Giovani Fermenti”; la referente dell’Ufficio Scolastico Provinciale per il progetto, Lucia Onorati; il presidente della Consulta Provinciale degli Studenti, Bruno Pitta. I lavori del convegno saranno moderati dal giornalista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Filippo Santigliano.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright