The news is by your side.

Foggia/ Dossier Caritas Migrantes: da emergenza a integrazione

4

Sull’immigrazione si riflette sempre e la domanda più frequente è se il flusso migratorio possa essere considerato un problema o una risorsa. A Foggia questa mattina la riflessione è stata fatta con i dati, con i numeri forniti dal 21° dossier statistico, il rapporto sull’immigrazione realizzato da Caritas/Migrantes. Secondo lo studio, la presenza regolare dei cittadini stranieri in Italia si aggira intorno ai 5 milioni. Di questi quasi 96mila vivono in Puglia, e il 53,7% di loro sono donne. Il Comune con il più alto tasso di immigrati in Puglia è Lecce, 6,3% della popolazione residente. Per Foggia il tasso è del 3,2% , con 20557 immigrati. La città con meno immigrati è Taranto, dove si registra l’1,2%. Secondo il dossier, l’occupazione regolare immigrata pugliese è soprattutto rumena e a seguire, albanese. Gli immigrati iscritti a scuola nell’anno scolastico 2010-2011 nel foggiano hanno raggiunto le 3107 unità. Secondo gli indicatori sociali, l’insediamento degli immigrati, oltre a crescere numericamente, diventa sempre più stabile e diffuso. Aumentano i matrimoni misti, aumentano i figli di genitori stranieri. Per la Caritas e la Fondazione Migrates, l’inquadramento emergenziale dell’immigrazione deve far posto ad una prospettiva di integrazione e nell’anno in cui l’Italia festeggia i suoi 150 anni di unità, non possono essere dimenticate le sofferenze legate al suo passato di esodo.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright