The news is by your side.

Tribunale di Foggia cambio all’ufficio gip

15

Sono andati via tre giudici “storici”, il quinto posto è ancora da coprire. Protano è tornato alla giudicante, Diella si è trasferito a Bari, Casiello alla sezione lavoro.

 

 Negli ultimi tempi sono andati via tre dei gip-gup «storici» del Tribunale di Foggia. Carlo Protano, in servizio al Tribunale dauno da oltre vent’anni, è tornato alla giudicante come giudice monocratico e presidente della seconda sezione penale, dopo oltre un decennio in cui ha svolto le funzioni di giudice per le indagini preliminari e giudice dell’udienza preliminare. Per Protano si tratta di un
ritorno alle origini, visto che nei primi anni Novanta era giudice a latere in prima sezione penale. Prima di lui avevano lasciato l’ufficio gip-gup Antonio Diella (incarico retto negli ultimi anni, dopo un’analoga esperienza negli anni Novanta) che si è trasferito al Tribunale di Bari; e Salvatore Casiello, già giudice a latere in corte d’assise negli anni Novanta e nei primi anni del nuovo secolo, che presiede la sezione lavoro del Tribunale. Al momento l’ufficio gip-gup conta su 4 elementi: Rita Curci che ricopre l’incarico già da alcuni anni; Elena Carusillo che sino a due anni fa era presidente della seconda sezione penale del Tribunale dauno; Mario Talani già giudice monocratico e giudice a latere della seconda sezione penale; Domenico Zeno, sino a qualche anno fa giudice monocratico al Tribunale di Cerignola prima di arrivare a Foggia alla giudicante. L’ufficio gip-gup a Foggia prevede cinque magistrati con la casella vacante che dovrebbe essere coperta in primavera; potrebbe toccare ad Antonio Buccaro, già pubblico ministero, tornato da qualche anno alla giudicante dopo una lunga esperienza al Tribunale civile.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright