The news is by your side.

Cera al PD di S. Marco in Lamis: “Disinformazione bulgara e malafede imperante”

17

Questi sono gli aggettivi giusti per qualificare bene il contenuto della richiesta di chiarimenti del PD locale inviata alla Corte dei Conti della Regione Puglia su alcuni atti del Comune di San Marco in Lamis.
Veniamo agli atti evidenziati dai “censori”.

BILANCIO DI PREVISIONE 2011 – RIEQUILIBRIO DI BILANCIO – ASSESTAMENTO DI BILANCIO 2011
Occorre innanzitutto evidenziare che le attribuzioni di entrata da parte dello Stato in relazione al federalismo fiscale municipale ha avuto concreta attuazione nella seconda metà dell’anno 2011, quando da parte del Ministero dell’Interno erano già intervenuti trasferimenti riguardanti la disciplina in vigore nell’esercizio finanziario 2010.
Pertanto è risultato necessario mantenere in vita alcuni capitoli di entrata che nel corso dell’esercizio provvisorio 2011 erano già stati movimentati con l’intesa in sede di conto consuntivo 2011 di procedere alla relativa compensazione con il fondo sperimentale di riequilibrio.
In particolare per quanto attiene la compartecipazione IRPEF l’importo preso in considerazione nel bilancio 2011 è di € 331.602,87, pari a quello stabilito per l’anno 2010 ridotto di € 4.919,76 come da prospetto riepilogativo del Ministero dell’Interno.
La situazione, inoltre, è in continua evoluzione in quanto dagli originari trasferimenti di € 3.082.803,69 si giunge all’assegnazione definitiva di € 3.138.889,12.
Nel bilancio di previsione 2011 è riportato lo stanziamento di € 280.862,45 “rimborso dallo Stato per ICI abitazione principale” in quanto alla data del 4.4.2011 risultavano effettuati a tale titolo alcuni incassi ed altre somme risultano ancora da incassare per € 43.418,85 per ICI rurale annualità 2009-2011. In sede di assestamento di bilancio 2011 detto importo veniva ridotto quale minore entrata di € 80.898,70 ed in sede di chiusura dell’esercizio finanziario 2011 correlato all’importo incassato e da incassare.
L’importo di € 57.075,05 eliminato dai residui attivi conto consuntivo 2010 è stato necessariamente inserito in corrispondente sostituzione tra le entrate per trasferimenti erariali in conto competenza 2011 ed incassato in data 21.9.2011.
L’avanzo di amministrazione è disciplinato dall’art. 187 d.Lgs. 267/2000 ed il secondo comma del citato articolo di legge prevede che lo stesso può essere utilizzato, lett. C “… per il finanziamento delle spese di funzionamento non ripetitive in qualsiasi periodo dell’esercizio e per le altre spese correnti solo in sede di assestamento”. Nel caso di specie l’applicazione dell’avanzo di amministrazione in sede di approvazione del bilancio di previsione 2011 è stato utilizzato per il finanziamento di spese non ripetitive (ad esempio spese legali pregresse)
Il mutuo contratto con la Cassa depositi e prestiti di € 280.000,00 per il finanziamento del progetto relativo ai loculi cimiteriali si è reso necessario per soddisfare le numerose richieste, atteso l’esaurimento della disponibilità dei loculi. Bisogna tener presente che il corrispettivo che l’Ente ne ricaverà rispetto alla spesa preventivata sarà maggiore e troverà allocazione nel titolo IV cat. 1 dell’entrata destinata quindi a spesa di investimento. La previsione fatta dall’Ente è perciò perfettamente in linea con le vigenti disposizioni di legge in materia contabile: infatti le eventuali spese correnti finanziate con lo stanziamento in argomento dà luogo, in linea generale, ad una corrispondente anticipazione di cassa garantita dalla certezza della concessione di loculi la cui richiesta è di gran lunga superiore all’offerta.
L’attività di recupero dell’evasione fiscale e di accertamento dei tributi comunali svolta nel corso dell’anno 2011 ha prodotto il seguente risultato:
TARSU € 207.530,89
ICI € 32.300,43
TOSAP € 915,58
ICIAP € 397,33
TOTALE € 241.144,23
Le somme sopra indicate si riferiscono agli incassi effettuati dall’Ente tramite la concessionaria GEMA s.p.a. Rispetto alle somme definitivamente previste nel Bilancio di previsione di € 98.777,17 ha determinato una maggiore entrata di € 142.367,06.
Delibera di Giunta Comunale n. 143 del 30.9.2011 Tale delibera è speculare alla n.50 del 15.4.2011 (amministrazione Lombardi!); infatti entrambe hanno come oggetto il pagamento in favore di ex lavoratori dell’impresa GEOTEC. In entrambi i casi si è liquidato sulla base di una semplice richiesta scritta quanto spettante al lavoratore applicando l’art. 1676 c.civ. L’unica differenza è che La Giunta Cera ha liquidato € 1.200,00 e la Giunta Lombardi ha liquidato ben € 50.000,00.
Oltre alla delibera 143 del 2011 volete degnarvi di chiedere chiarimenti alla Corte dei Conti anche per la delibera n. 50 del 2011?
Delibera di Giunta Comunale n. 178 del 9.12.2011 e Decreto Sindacale n. 11 del 30.12.2011 E’ prerogativa del Sindaco, secondo gli artt. 50 e 109 del TUEL, nominare i responsabili di settore nell’ambito della stessa categoria D, a prescindere dal titolo di studio. L a laurea, infatti, è attualmente requisito per l’accesso alla categoria D, ma non può essere elemento discriminante una volta che il dipendente abbia già avuto accesso alla citata categoria giuridica.
Non vi è alcuna delibera o provvedimento che abbia attribuito l’indennità di posizione di circa 11.500,00 Euro a carico del Comune ed in favore dei responsabili di settore.
Va detto, d’altra parte, che la riduzione dei settori da sei a tre è da inquadrarsi nella scelta amministrativa, imposta dalla normativa, del contenimento della spesa e di una migliore organizzazione dei servizi.
Delibera di Giunta Comunale n.197 del 30.12.2011 riferita alla “missione” di un Consigliere a recarsi in Australia in rappresentanza del Comune con l’Istituto Giannone. L’evento ha il carattere di “eccezionalità” e perciò, in ragione della sua natura, la spesa può essere sostenuta una tantum e necessita di un atto proveniente da organo competente a decidere sulla spesa. Il Consigliere in questione è Vice Presidente del Consiglio e pertanto assolutamente idoneo a rappresentare la Comunità Sammarchese.
La rappresentanza del Comune è stata richiesta esplicitamente dall’Istituto Giannone, in un incontro formale a Palazzo Badiale, per il tramite del delegato dell’Istituto (“apostolo”, nonché egli stesso Consigliere comunale) e comunicata al Dirigente Scolastico il quale ne ha addirittura notificato il nominativo al referente in Australia.
Delibera di Giunta Comunale n.74 del 6.6.2011 e Decreto Sindacale n.3 del 13.6.2011 riferita all’istituzione dell’Ufficio di Staff del Sindaco ed alla nomina dei componenti. In tutti e tre i casi le attribuzioni ai soggetti i individuati comportano la trattazione di pratiche che si coniugano perfettamente con i titoli in loro possesso e comunque la specializzazione va valutata in relazione alle funzioni da svolgere. Si è stabilito un rapporto contrattuale di diritto privato di semiliberalità con il riconoscimento in loro favore di un importo correlato alla qualità della prestazione individuale resa (comma 3 art.90 D.Lgs 267/2000) ed il trattamento economico previsto ha la funzione di contenere la spesa e di evitare contenziosi.
*******
L’iniziativa del PD, risulta, a questo punto, strumentale ed in malafede:
strumentale perché si danno informazioni distorte, non veritiere e controproducenti per loro stessi;
in malafede perché sanno perfettamente che l’operato dell’amministrazione Cera è corretto e conforme alle norme.
On.le Angelo Cera – Sindaco di San Marco in Lamis

 

Comunicazione pubblicitaria

Cosa fa un uomo innamorato a S. Valentino?
…la invita a cena al ristorante Il Capriccio
Tel. 0884/707899


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright