The news is by your side.

Maria la donna nell’ultimo cd dei francescani

11

Il viestano frà Lorenzo Ricciardelli e frà Leonardo Civitavecchia presentano il loro ultimo lavoro.

 

 Uno la musica non l’ha mai abbandonata, l’altro aveva appesa la chitarra al chiodo per i troppi impegni… professionali. L’uno ha contagiato l’altro con il suo entusiasmo, ed entrambi hanno ripreso a fare della musica uno strumento di evangelizzazione. Fra’ Leonardo Civitavecchia e fra’ Lorenzo Ricciardelli hanno presentato ieri a Palazzo Dogana il frutto della loro collaborazione, il cd
«Canto Maria», otto brani originali (Stella sei; Ave stella del mare; Per mia madre; Dolce madre mia, donna, Grazie Maria; Come Maria; Magnificanto) e due della tradizione popolare mariana (Responsorio, O fiore di grazia gentile). Prodotto dai frati minori del santuario della Madonna dei Martiri di Molfetta, il cd è stato arrangiato a Napoli da un altro cantautore di Dio, Niki Saggiorno. L’uno esuberante e loquace, l’altro timido e riservato, fra’ Leonardo e fra’ Lorenzo uniti dalla fede e dalla fiducia nella musica come strumento di evangelizzazione. «Sì, abbiamo dedicato un disco alla Madonna – dicono i due frati -, ma nel cd ne evidenziamo gli aspetti più terreni, il suo essere donna, madre, figlia e sorella. Maria di Nazareth prima di diventare la Madonna». «Maria irraggiungibile – continua fra’ Lorenzo-? No Maria è il nostro tramite con il cielo, con il Paradiso. Ci sta vicino, ci insegna la via. Certo, è una donna speciale, ma essere speciali è nella natura di tutte le donne …. » Se il viestano fra’ Lorenzo si era fatto da parte da qualche anno per i suoi impegni pastorali, non ha mai lasciato il palco della musica di Dio fra’ Leonardo. Che ha ridotto i suoi impegni musicali, ma non ha mai smesso di annunciare, cantando, la parola di Dio: «la musica cristiana – dice – non è riservata esclusivamente i cristiani, anche se questi ultimi ne sono i beneficiari più diretti. Noi cantiamo per valori universali, sui quali si dovrebbe fondare la vita di tutti gli uomini: la pace, l’amore, il bene. Certo, abbiamo molto meno spazio rispetto agli anni scorsi, e soprattutto non sono in tanti a voler scommettere sul talento dei giovani autori di musica cristiana. Qui come altrove. Speriamo che da ottobre, mese di inizio dell’anno della fede e della nuova evangelizzazione, ci siano più occasioni per invitare talenti e annunciare Cristo anche con la musica e con la canzone. Speriamo che tanti preti ci aprano le porte». Il disco sarà presentato in pubblico domenica 22 aprile alle 20.30 in un concerto nella chiesa del convento di San Pasquale a Foggia. Alle canzoni del cd, eseguite da fra’ Leonardo e fra’ Lorenzo, si alternerà la lettura di versi e preghiere di San Francesco,
Santa Chiara e don Tonino Bello. Presenta Francesco Bosco, di Teleradiopadrepio.

ste. lab.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright