The news is by your side.

Atletico Vieste:…..gli ultimi 90’ saranno i piu’ belli?

19

Un Atletico Vieste commovente, splendido ed a tratti indomabile ha riscattato quasi una stagione con quella vittoria sul Bisceglie, una straordinaria prova d’amore verso il patron Lorenzo Spina Diana e verso i tifosi mai così partecipi. Ignorando la miserabile fuga di alcuni giocatori, quell’impegno col Bisceglie non era cosa semplice per Pino Giusto, la squadra finalmente ha dato tutto quello che aveva, ha sofferto la sua sterilità sotto-porta, ha sofferto la sua insicurezza, ha sofferto la maggiore caratura tecnica dell’avversario, ha sofferto l’ultimo posto in classifica.
Raccontare sotto l’aspetto emozionale quella partita non è facile per nessuno, a lungo si è pensato ad una retrocessione anticipata con un avversario mai domo che a pochi minuti dal termine ha rischiato di andare in vantaggio, poi nei minuti di recupero un “Angelo” è sceso dal cielo ed ha donato l’arte all’Angelo terreno.
Lui Angelo Colella ha calciato un pallone verso la porta avversaria da una distanza molto ragguardevole, quasi da centrocampo, una traiettoria quasi magica col pallone che è finito in rete, che goals da cineteca, che soddisfazione per angelo Colella.
Proprio Lui…Angelo Colella che mentre si recava al “miramare” da Franco Cinque per giocare col Manfredonia è tornato a Vieste per ricominciare laddove aveva lasciato, a disegnare le sue geometrie sul rettangolo verde del “Riccardo Spina”.
Incompreso, ripudiato quasi al limite dell’insulto dai tifosi viestani, ha trovato coraggio grazie a Pino Lo Polito che intorno a lui voleva costruire il nuovo vieste dei giovani.
Addirittura lo stesso Lo Polito gli aveva affidato la fascia di capitano per gratificarlo e responsabilizzarlo ancora di più…ma meglio non raccontare cosa successe quel giorno nello spogliatoio, l’Angelo Colella non era più lui, la tristezza lo ha dominato a lungo, era un Vieste ormai allo sbando.
Arrivò Pino Giusto che ripose in Angelo Colella una grande fiducia, ma i risultati non hanno reso giustizia per molto tempo al grande lavoro del tecnico e della squadra, sembrava tutto irrimediabilmente compromesso.
Addirittura Angelo Colella nella gara di Tricase è stato letteralmente insultato da qualche dirigente dell’Atletico che addirittura dagli spalti a gran voce ha invitato il campione viestano (l’unico quest’anno) a tirar fuori i c……!
Tante cose sono successe in questo campionato, troppe per tacere ancora, l’Atletico Vieste comunque vada a finire deve ristrutturarsi in una nuova dirigenza.
Ma l’Atletico in quale situazione potrà evitare la retrocessione diretta?….Innanzitutto se vincerà a Noicattaro, poi se arriverà a pari punti con il Locorotondo, avendo con lo stesso la miglior differenza nel confronto diretto, altri casi meglio non ipotizzarli!
Una cosa è certa questo Atletico Vieste dopo quella grande vittoria col Bisceglie ha più sostanza, più motivazioni e quindi accompagnamolo con gioia e speranza a questi ultimi 90’ da brividi che si consumeranno a Noicattaro con un sincero..Forza Vieste.
                                                                     Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright