The news is by your side.

Niente botti di fine anno a Vieste

3

E’ questo l’appello che l’Associazione animalisti di Vieste, il Centro Cinofilo Gargano, la Protezione Civile Pegaso, il Gruppo Arcobaleno ed il Motoclub Gargano rivolgono a tutta la cittadinanza, chiedendo inoltre, all’amministrazione comunale un’ordinanza che li vieti definitivamente.  I botti infatti, sono uno spreco di soldi che, visti i tempi, potrebbero essere spesi più saggiamente per iniziative benefiche; senza contare che ogni anno provocano morti, feriti, incendi, deturpano l’ambiente e causano la morte di migliaia di animali, circa 5000 all’anno secondo le stime della LAV. Questi infatti, avendo l’udito superiore all’uomo entrano immediatamente in uno stato di panico che può portarli all’infarto; gli uccelli si schiantano contro i pali, i cani e i gatti tendono a dibattersi se proviamo a tenerli tra le braccia o a gettarsi nel vuoto se si trovano su un balcone o a scavalcare cancelli, recinti, siepi per scappare dal rumore; molte volte perdono l’orientamento e diventano facili bersagli di automobilisti o si smarriscono. Sono tantissime le segnalazioni di cani smarriti che arrivano all’Associazione animalisti e alla Polizia Municipale di Vieste, nella prima settimana del nuovo anno e solo pochi di loro tornano a casa. Questi alcuni semplici consigli per proteggerli:
1) Comportarsi naturalmente evitando di rassicurare il nostro amico con carezze perché il nostro atteggiamento non farebbe altro che rafforzare la sua paura invece di tranquillizzarlo;
2) Cercare di ovattare l’ambiente tirando le tende, chiudendo le imposte affinché i rumori delle esplosioni siano attutiti e i bagliori non giungano all’interno dell’abitazione;
3) Minimizzare l’effetto dei botti, accendendo la tv o la radio e spostare degli oggetti all’interno della casa che potrebbero procurargli delle ferite durante la fuga;
4) Non lasciare cani all’aperto, anche se ci vivono abitualmente perché la paura lo spingerebbe a fuggire e non leghiamo il cane a catena per evitare che fugga perché potrebbe strangolarsi;
5) Evitare di lasciarli soli se possibile ed evitare, soprattutto, di lasciarli sul balcone perché per la paura potrebbero gettarsi nel vuoto;
6)Nel caso il nostro animale fosse cardiopatico o ipersensibile ai rumori o anziano chiedere consiglio al proprio veterinario;
7) Mettere al nostro amico una medaglietta (che non deve assolutamente sostituire il microchip che è obbligatorio per legge) con tutti i recapiti per essere contattati nel caso di smarrimento e se il nostro amico dovesse fuggire sporgere denuncia.
Per fortuna sono sempre di più le città che stanno vietando questa barbara tradizione e ci si augura che il Comune di Vieste segua presto il loro esempio in modo tale che l’unico botto di fine anno in ogni casa sia quello della bottiglia di spumante!
Buon anno a tutti da:
Associazione animalisti di Vieste, Centro Cinofilo Gargano, Gruppo Arcobaleno, Motoclub Gargano, Protezione Civile Pegaso.