The news is by your side.

Scuola/ Iscrizioni on line, rischio caos

1

Il via il 21 gennaio ed entro il 28 febbraio prossimo. Coinvolte le famiglie, chi non ha un pc può andare in segreteria: ma gli istituti scolastici sono pronti? Poco più di 15 giorni per organizzarsi.

 

Per le iscrizioni all’anno scolastico 2013/2014: a decor­rere da quest’anno, e quindi per tutti gli anni scolastici succes­sivi, le iscrizioni alle istituzio­ni scolastiche statali di ogni or­dine e grado (scuola primaria e secondaria di primo e secon­do grado) dovranno essere ef­fettuate esclusivamente in mo­dalità on line (Legge 7 agosto 2012, n. 135, art: 7, comma 28). Sono escluse da tale procedura le iscrizioni alla Scuola dell’infanzia. La mamma davanti al suo pc si connette "facilmente" al sito del Ministero e iscrive se­renamente il figliuolo a scuola. Ma lo spot che la Rai trasmet­te per informare sulla nuova modalità di iscrizione scolasti­ca "definita più facile", da com­piere "esclusivamente" on line a partire dal 21 gennaio, suscita non poche perplessità nel mon­do della scuola reale, in quanto non tutte le famiglie italiane, di­spongono , come la solerte ma­dre della pubblicità, di un com­puter con accesso a internet ed ancor di più, di un indirizzo di posta elettronica e della suffi­ciente dimestichezza con l’in­formatica. E’ palese che ci sarà il caos totale, non solo nelle famiglie, ma anche e soprattutto nelle segreterie scolastiche, le qua­li oltre a preoccuparsi di colle­gare i propri sistemi informatici, affinchè possano elabora­re contestualmente l’iscrizione dell’alunno, la registrazione alla mensa e/o all’eventuale trasporto, scolastico, dovranno or­ganizzarsi anche con personale e consequenziali postazioni te­lematiche, atte a fornire la ne­cessaria assistenza ai genitori che, non hanno alcuna possibilità di collegarsi ad internet. Ad ogni buon modo, il Mini­stero dell’Istruzione ha realiz­zato una apposita pagina web con una procedura informati­ca "di facile accesso" che aiuterà tutte le famiglie "ovvia­mente che dispongono di un pc con adsl e conclamata esperien­za" nel percorso di iscrizione on line: dalla registrazione, alla ri­cerca della scuola destinataria dell’iscrizione, dalla compi­lazione del modulo di iscrizione al suo inoltro e accoglimento finale. Come avviene l’iscrizio­ne on line: innanzitutto occorre registrarsi sul sito del Mi­nistero dell’Istruzione all’indi­rizzo www.iscrizioni.istruzio­ne.it (raggiungibile anche dalla home page del MIUR). Dopo la registrazione si riceverà, sulla propria casella di posta elettro­nica, un codice personale con il quale si potrà accedere al servizio delle iscrizioni OnLine. La registrazione sarà possibile a partire dal 21 gennaio, primo giorno utile per presentare le domande di iscrizione. Prima di eseguire l’iscrizione on line è necessario aver già individuato e scelto la scuola di interesse. Ogni istituto scolasti­co viene identificato da un codi­ce – chiamato codice scuola – che permette di indirizzare con esattezza l’iscrizione. Per co­noscere il codice della scuola è possibile fare una ricerca attra­verso il portale "Scuola in chia­ro" del Miur (cercalatuascuola. istruzione.it) oppure recarsi e chiederlo alla scuola scelta per la frequenza. Dal sondaggio del Movimen­to Consumatori di Capitanata, saranno oltre il 30% delle fami­glie italiane che non disponen­do di tali avanzati mezzi e co­munque non in grado di utiliz­zarli, avranno certamente biso­gno di adeguato aiuto. Pertanto il personale del Movimento Con­sumatori sarà a completa di­sposizione per offrire gratuita­mente la necessaria assistenza presso le proprie sedi di Foggia, San Severo, Manfredonia e San Nicandro Garganico.