The news is by your side.

La Festa della Madonna di Manfredonia entra nella rete di “Patroni di Puglia”

8

Dal 29 al 1 settembre al Chiostro di Palazzo S. Domenico appuntamento con la mostra fotografica.

 

 La Festa della Madonna di Manfredonia diventa sempre più l’evento di punta della stagione estiva della porta del Gargano, un momento magico dove riti, culture popolari e religiosità si fondono in un mix emozionante e suggestivo. L’Agenzia del Turismo, consapevole della ricchezza singolare
del rito e della festa in onore di Maria Santissima di Siponto, ha scelto di partecipare al progetto e alla rete di feste patronali di “Patroni di Puglia”, il progetto ideato dall’Associazione “Puglia Autentica” e dall’Assessorato al Turismo della Regione Puglia per valorizzare questi riti, potenziare e destagionalizzare i circuiti del turismo culturale ed esperienziale e stimolare, grazie all’attrattività delle feste, una più completa fruizione dei beni culturali e paesaggistici dei territori coinvolti.

Il progetto rappresenta una mappa sentimentale tutta pugliese, un excursus
lungo i sentieri della tradizione popolare e della produzione
storico-devozionale della Puglia, un universo la cui lettura passa dal
folklore alla poetica della narrativa popolare, dai rituali ai culti
religiosi,  offrendo un ricco e differenziato repertorio di feste patronali
che annualmente, in ogni centro urbano, ripropongono le proprie usanze.

“La Puglia si racconta attraverso una narrazione spontanea che emoziona e
coinvolge tutti: un racconto fatto di cultura, di arte, di storia, di
tradizioni, che diventa parte integrante per un percorso di promozione
della nostra “pugliesità” per un turismo responsabile e sostenibile”, commenta
Gaetano Armenio, coordinatore del progetto. “Le Feste patronali
rientrano a pieno titolo fra i beni immateriali arricchendo la comunità
locale con valori e saperi che riaffermano il senso di appartenenza e
l’importanza di quella ricchezza che è costituita dall’identità culturale.
Gli eventi emozionali delle feste patronali sono anche dei forti attrattori
turistici utili per attirare nella nostra regione turisti e viaggiatori
dello spirito, destagionalizzandone i flussi”.

La Città di Manfredonia e la sua Festa della Madonna, quindi, è entrata
ufficialmente nel portale, nel materiale cartaceo e nelle azioni di
promozione turistica del progetto “Patroni di Puglia”.  Aprendo questo
link, (www.patronidipuglia.it/content_/citta.asp?id_citta=78&lan=ita
<http://www.patronidipuglia.it/content_/citta.asp?id_citta=78&lan=ita>),
infatti, scoprirete la pagina dedicata alla città e alla sua festa.

Ad aver fortemente voluto inserire la Festa della Madonna di Manfredonia
nella rete delle Feste Patronali Pugliesi di “Patroni di Puglia”,
coinvolgendole tutte in una mostra fotografica a tema, è stato *Saverio
Mazzone*, amministratore unico dell’Agenzia del Turismo.“Patroni di
Puglia, una terra che per il patrimonio paesaggistico e culturale che
possiede deve avere evidentemente, lassù, qualcuno che l’ha sempre amata.
Le feste, quelle immortalate dalla mostra, riassumono perfettamente le
tradizioni di comunità che conoscono il valore della memoria, avendone
tanta, e che sa come valorizzarla. Appuntamento a Manfredonia, dunque, alla
Festa della Madonna, per toccare il cielo con un rito”, commenta Mazzone.

La mostra fotografica “Patroni di Puglia – la festa” , che ospiterà le
immagini dei riti dei comuni pugliesi di Adelfia, Alberobello, Bari,
Bitonto, Bovino, Brindisi, Capurso, Castellana Grotte, Cavallino,
Conversano, Diso, Fasano, Galatina, Gallipoli, Giovinazzo, Grottaglie,
Incoronata, Lesina, Molfetta, Monopoli, Manfredonia, Monte Sant’Angelo,
Novoli, Ostuni, Palmariggi, Parabita, Pietramontecorvino, Polignano a Mare,
San Severo, Scorrano, Taranto, Terlizzi, Turi e Vico del Gargano, è stata
organizzata da Patroni di Puglia, dall’Agenzia del Turismo, dal Comune di
Manfredonia e dall’Associazione “Puglia Autentica”. Il progetto,
inoltre, è stato fortemente sostenuto anche dal Parco Nazionale del
Gargano e dal suo presidente, Stefano Pecorella, sempre attento e
partecipe alla promozione, alla riscoperta e valorizzazione delle radici
storico-antropologiche del nostro territorio.

La mostra, scandita da cinque sezioni tematiche dedicate a le sagre a
mare, i carri trionfali, i pellegrinaggi, i cortei storici e i fuochi e
le luci, verrà inaugurata lunedì 29 agosto 2016 a partire dalle ore 20.00
al Chiostro di Palazzo San Domenico e sarà visitabile, fino al 5 settembre
2016, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 18.00 alle ore 23.00.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright