The news is by your side.

Con la Settimana Santa di Vico del Gargano nel cuore

30

La possibilità che i riti legati alla Settimana Santa di Vico del Gargano, ormai alle porte, possano subire modifiche dalla loro consueta ordinarietà, è diventata sempre più concreta nel corso di questi giorni difficili.

La nota della Prefettura della Casa Pontificiae quella seguente della Congregazione per il Culto Divino, offrono delle indicazioni per i Vescovi che adotteranno i provvedimenti di merito per le singole diocesi.

Una cosa appare quindi certa, la Settimana Santa non sarà posticipata e si vivrà secondo le ulteriori disposizioni che arriveranno dalle diocesi, con le necessarie restrizioni e gli eventuali spostamenti del caso di alcuni riti.

Nei nostri cassetti abbiamo molti documenti dei momenti significativi legati alla fede e alla tradizione della nostra Settimana Santa. Un archivio che nel corso degli anni si è andato arricchendo di fotografie, video, tracce, contributi. Ci siamo chiesti più volte come poter spendere nel migliore dei modi questo materiale (ad esempio si è anche pensato a un archivio digitale accessibile a tutti).

Ma adesso, segnati dalla sofferenza di ciascuno, fermi nelle nostre case ma con la mente che viaggia, sentiamo il dovere – passateci il termine – di dover anticipare questa possibilità con qualcosa di più urgente e necessario, e che ci permetta in qualche modo di restare uniti.

È nostra intenzione lanciare questa iniziativa: “Con la Settimana Santa di Vico del Gargano nel cuore”.

Nelle giornate della Settimana Santa, in coincidenza dell’ora in cui si sarebbero dovuti celebrare i riti, pubblicheremo sulla pagina Facebook di 28 MM Studio una serie di contributi, che – ci auguriamo – possano aiutare a colmare questo vuoto fisico, perché, lo sappiamo, l’intenzione e lo spirito non mancano per certo.

Questa iniziativa non vuole sostituirsi né ai riti né alla preghiera; abbiamo profondo rispetto della fede e dei luoghi sacri in cui essa trova la sua naturale dimora. Non vogliamo essere invadenti e scusateci se appariremo tali.

Allo stato attuale la piattaforma Facebook rappresenta uno dei luoghi d’incontro che abbiamo, ed è da qui che proveremo a raccontarci ancora con più intensità e vicinanza, usando tutta la delicatezza e il rispetto necessari. Daremo molto “peso” a ogni singola pubblicazione che non sarà lasciata all’improvvisazione.

Vi diciamo con sincerità che ci ha commosso profondamente rivedere i nostri riti, e oggi ci accorgiamo ancora di più dell’importanza di questo patrimonio di fede e di tradizione, a tratti unico per l’intero Paese.

È un momento difficile, di ansia, di malattia e purtroppo di morte. Le ferite sono molto profonde e toccano il cuore, vogliamo provare nel nostro piccolo a risanarle, sperando che nessuno si senta solo e che nessuno provi paura. Aiutiamoci nel migliore dei modi possibili, ognuno come può, ognuno con il proprio messaggio, ognuno rimanendo a casa, un fatto determinante per vincere questa battaglia. Ci teniamo a dire che questa è un’iniziativa aperta a tutti, dai bambini agli adulti.Chiunque voglia portare il suo contributo al tema, con fotografie, testi, poesie, videomessaggi, disegni o altro, è benvenuto.

Chi voglia aderire, può contattarci in privato; come pure potete segnalarci i gruppi WhatsApp su cui far circolare le pubblicazioni.

Grazie.

Restiamo uniti.

Pasquale D’Apolito

Francesco A.P. Saggese


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright