The news is by your side.

MONTE S. ANGELO/ DALLA REGIONE TRE MILIONI PER IL CENTRO STORICO

64

La Regione Puglia ha riconosciuto a Monte Sant’Angelo un fi­nanziamento di 3 milioni di euro per il “mi­glioramento e riqualificazione dei percorsi di fruizione tra le emergenze architettoni­che del sito Unesco” nell’ambito del bando “Infrastrutture turistiche”. È di 278mila eu­ro la quota di cofinanziamento dell’Ente.

«Una notizia che ci riempie di orgoglio perché grazie a questo importantissimo fi­nanziamento riusciremo a riqualificare la maggior parte delle piazze del centro storico, cosiddetta “buffer zone” del Sito Unesco del Santuario», afferma’il sindaco Pierpaolo D’Arienzo. «Il progetto è esecutivo quindi ci auguriamo che i lavori possano partire ad­dirittura entro l’anno», aggiunge l’assessore ai lavori pubblici, Fusilli. «La riqualifica­zione di queste infrastrutture turistiche ren­derà la “città dei due Siti Unesco” più bella e accogliente», rimarca l’assessore al turismo Rosa Palomba.

«Con questo grande intervento andremo a migliorare e ampliare l’area di fruizione tu­ristica attuale a tutto il centro storico con il recupero infrastrutturale del sistema di per­correnze e di slarghi, tutelando l’autenticità del centro stesso, migliorando i sistemi e servizi di accoglienza presenti, decongestio­nando l’area del Santuario e aggregando in unico network tutti i monumenti del centro stesso, nell’ottica di un turismo che sia pie­namente inclusivo e sostenibile», aggiunge D’Arienzo.

«Questo grande e importante progetto si inserisce nella strategia più ampia di ri­qualificazione della città avviata negli ul­timi anni», spiega il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici e urbanistica, Michele Fu­silli, che aggiunge: «Terminati i lavori di Via Reale Basilica, Via Garibaldi e Corso Vittorio Emanuele, nei pressi quindi del San­tuario, sono iniziati ora quelli della villa comunale, a breve inizieranno anche quelli di Piazza Carlo d’Angiò e quelli da Piazza Duca d’Aosta a Via Tancredi», rimarca Fu­silli.

«La strategia progettuale mira a ripristi­nare le antiche percorrenze che permeano il centro antico e che intercettano poli di at­trazione ed emergenze storico-architettoni­che, per raggiungere in ultima istanza la basilica e la Grotta dell’Arcangelo, attrez­zando nuovi itinerari turistici e andando ad individuare accessi più immediati e segna­lati a sud della cinta muraria, in adiacenza alla viabilità carrabile periferica, sostiene Palomba. In un circuito di piazze e strade, l’inter­vento vuole connettere vari monumenti ed edifici di valore storico ed architettonico, inglobando interventi di prossima realiz­zazione nel cuore di Monte Sant’Angelo, nell’ottica di una riqualificazione capillare che interessi il borgo, nel rispetto della sto­ria e della tradizione del luogo.

Rifacimento delle pavimentazioni e delle scalinate, abbattimento delle barriere ar­chitettoniche, installazione di nuovi corpi illuminanti e di nuovi elementi di arredo urbano, potenziamento della cartellonistica e di ima segnaletica turistica stradale pie­namente accessibile sono i lavori che sa­ranno eseguiti.

Nel dettaglio, saranno riqualificate: Lar­go Roberto il Guiscardo (la piazza antistante il Castello), Via Castello, Via Torre dei Gi­ganti (la scalinata), Via dei Pelagi, Via Rago, Via Cappelletti, Via Cuniperto, Largo Tre Ottoni, Via Adunco, Largo Giano, Largo Dauno, Largo Pilunno, Vico Corto – Piazza del San Salvatore, Via dell’Archetto, Piazza San Francesco, Via Sant’Oronzo, Via San Pio X, Via Gambadoro, Via Ciuffreda, Largo Tomba di Rotori, il Sentiero naturalistico della Madonnina e il secondo piano della villa comunale.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright