The news is by your side.

DISTRETTO TURISTICO DEL GARGANO E’ SFIDA A DIECI

189

La gara (da 1,45 mln) per i servizi tecnici relativi al SP53 Mattinata-Vieste è la prima dell’intervento sulla viabilità che vale 47 milioni.

Il governo Conteè ormai un lontano ricor­do ma il Contratto istituzionale per lo svi­luppo della Capitanata, nato grazie all’ex premier sangiovannese, continua ad essere vivo. Proseguono, infatti, le procedure di ga­ra nell’ambito del CIS, finanziato con 280 mi­lioni di euro.

Vale 47 milioni di euro l’intervento “Viabilità a servizio del distretto turistico del Gargano: Sistemazione funzionale della SP 53 Matti­nata – Vieste”, di cui a marzo scorso la Pro­vincia di Foggia adottò la determinazione che approvava la documentazione prope­deutica al bando di gara, curata da Invitate. Un progetto di grande rilevanza per il com­prensorio garganico e la Capitanata, che sa­rà finanziato con i ribassi di gara dei primi quaranta progetti previsti nel CIS. Attual­mente risulta finanziata la progettazione, per un importo di 2.350.000 euro. L’intervento previsto riguarda il tratto di strada della S.P. 53, dal termine della S.S. 89 variante, lato Mattinata, alla tangenziale S.S. 89 di Vieste, e ha una lunghezza complessiva di circa 40 km.

“Con la pubblicazione del bando di gara di In­vitate si passa alla fase che consentirà di avere un progetto esecutivo, pronto – previa acquisizione del finanziamento anche per i lavori – per la cantierizzazione”, era stato il commento del presidente della Provincia, Nicola Gatta.“L’intervento di sistemazione funzionale della S.P. 53 Mattinata – Vieste, una delle strade più belle d’Italia per l’am­biente e i paesaggi attraversati, è teso a ri­durre i tempi di percorrenza e a incrementa­re il grado di sicurezza dell’infrastruttura. Mi­ra anche a potenziare la connettività dei Gar­gano, a forte vocazione turistica, attraverso la messa a sistema delle realtà territoriali e socio-economiche che la compongono. Tutto questo, al fine di ridurre il deficit di acces­sibilità del territorio e di potenziare ulterior­mente la rete viaria che conduce a Vieste, principale meta turistica dell’intera Puglia. Con questo progetto si conferma la costante attenzione della Provincia per il “distretto tu­ristico del Gargano”, una eccellenza nel pa­norama turistico del Mezzogiorno”.

La prima procedura a partire è stata quella da 1.452 063,37 euro (IVA esclusa) per l’affida­mento di affidamento dei servizi tecnici affe­renti la redazione del documento di fattibilità delle alternative progettuali, dei rilievi e delle indagini geognostiche, della progettazione definitiva ed esecutiva e del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione. Il pri­mo aprile scorso si è insediato il seggio di ga­ra (responsabile unico del procedimento l’ingegnere funzionario di Invitalia Giordano Troiani), mentre il 25 maggio si è insediata in seduta pubblica la commissione di gara, presieduta dall’ingegnere Marco Iaconello (dipendente di Invitalia), commissari l’archi­tetto Alessandro Izzo (dipendente di Invita­lia) e l’ingegnere Giuseppe Nicola Moretti (funzionario tecnico della Provincia di Fog­gia). La sfida è a dieci. Il primo raggruppamento temporaneo di imprese véde come mandataria il Consorzio Uning Soc. Cons. ari, man­dati Ingegneria del territorio srl, E&G Engineering & Graphics srl, architetto Stefano Serpenti, Geotek Plus srl e Studio di Consu­lenza Archeologica. Nel secondo RTI figura­no la mandataria E-Farm Engineering & Consulting, mandanti Proteco Engineering srl. Geodata Engineering spa, Al Studio ar­chitettura ingegneria-urbanistica, Setac srl, Carmela D’Auria. La terza offerta è giunta dal consorzio Hub Engineering Consorzio Sta­bile scarl; consorziate esecutrici sono Prometeoengineering.it srl, Erre VI.A Ricerca Viabilità Ambiente srl, Geoatlas srl, Interpro Engineering Consultants srl, Missere Inge­gneria srl. Vi è poi il RTI formato dalla man­dataria I.PRO – Italiana Progetti srl, man­danti Loreto Colombo, Vladimiro D’Agosti­no, Lester Lonardo, Pasquale D’Ambrosio. Partecipa alla gara anche il RTP composto dalla mandataria Leonardo Consorzio Euro­peo per l’Ingegneria e l’Architettura e dai mandanti Project Partners Ltd Consulting Engineers, Studio Silva srl, Studio Pagliula Associato Ingegneri e Architetti, archeologo Alessandro Rizzo. La sesta offerta è quella del RTI RINA Consulting spa (mandataria) e PROtSAL Progettazioni Salentine srl, Naus srl, ingegnere Gianluca Luca, architetto Eli­sa Conversano. Come operatore singolo c’è S.I.N.A. Società Iniziative Nazionali. In cam­po anche il RTP che vede Sipal spa manda­taria e come mandanti Nexteco srl, architet­to Marcello Rollo, P.E.T.R.A. Soc. Coop. e in­gegnere Daniele Ottolitri. Partecipa anche il RTP composto da Technital spa come man­dataria e come mandanti ATEC EEIG srl, I.G.&P. Ingegneri Guadagnuolo & Partners srl, Cooprogetti Soc. Coop. Infine il RTI for­mato da VIA Ingegneria srl (mandataria), Ambiente spa, archeologa Valentina Livi (mandanti).

Sono sei, in tutto, le gare del CIS Capitanata Scadute negli ultimi mesi e attualmente in esame, tutte relativi a servizi: parcheggio co­munale di Ordona, indagine di mercato per affidamento servizi di verifica, circonvalla­zione San Giovanni Rotondo, Mattinata affi­damento servizi tecnici, Consorzio Bonifica Monte Sant’Angelo servizi tecvalorizza­zione del Lago di Varano.

Lucia Piemontese

l’attacco


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright