The news is by your side.

Vieste – MANCATO VERSAMENTO TASSA RIFIUTI, AVVIATO PROCEDIMENTO DI SOSPENSIONE PER UN’ATTIVITA’ DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE

1.458

Non aveva pagato per cinque anni la Tari, la tassa rifiuti, ed il Comune ha avviato il procedimento di sospensione per un’attività di somministrazione di alimenti e bevande.

In seguito all’attività di verifica predisposta dall’Ufficio Tributi è risultato, infatti, che il titolare di tale attività era debitore nei confronti del Comune di Vieste per il mancato versamento della tassa rifiuti, relativa agli anni 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020, per un importo pari ad euro 13.525,00.

In base al “Regolamento disciplinante le misure preventive per sostenere il contrasto dell’evasione dei tributi locali” è previsto che “in caso di accertamento della irregolarità tributaria, l’ufficio SUAP notifica all’interessato la comunicazione di avvio del procedimento di sospensione dell’attività di cui alle licenze, autorizzazioni, concessioni, segnalazioni certificate di inizio attività o atti autorizzazioni comunque denominati, assegnando un termine di 30 giorni per la regolarizzazione”.

Decorso tale termine senza il pagamento di quanto dovuto, il Comune procederà all’emanazione di un provvedimento di sospensione dell’attività per un periodo di novanta giorni, ovvero sino al giorno della regolarizzazione, se antecedente, previa notifica del provvedimento di revoca della sospensione. Qualora l’interessato non regolarizzerà la sua posizione entro il termine di novanta giorni, la licenza, autorizzazione, concessione, segnalazione certificata di inizio attività o qualsivoglia atto autorizzatorio comunque denominato, verrà revocato.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright