The news is by your side.

Sanità: la Ausl Fg/01 scelta per lo screening citologico

10

Importante riconoscimento per la Ausl Fg/1, unica azienda sanitaria della Capitanata selezionata per la fase pilota del programma di screening citologico avviato dalla Regione Puglia. Oltre all’Azienda Sanitaria Locale di San Severo, la scelta è ricaduta sulle AUSL BA/3, BA/4, BA/5, LE/2. Le cinque aziende sono state selezionate alla luce della validità dei progetti presentati. Dopo un attento e dettagliato studio della popolazione del territorio di pertinenza, l’AUSL FG1 ha programmato un intervento capillare con l’obiettivo di incrementare il numero di donne da sottoporre al Test citologico cervicale – vaginale (Pap-Test), in modo da raggiungere almeno il 50% dell’utenza da reclutare. L’attenzione è rivolta in particolare a quelle donne che non si sono mai sottoposte all’esame o non lo abbiano eseguito da oltre 3 anni (utenza a maggior rischio).
L’AUSL FG/1 conta 215.928 abitanti, il numero complessivo delle donne residenti di età compresa tra 25 e 64 anni (destinatarie del progetto) è di 56.949. A loro disposizione 23 centri dove è possibile eseguire il Prelievo Pap-Test. Per raggiungere tale popolazione “più a rischio” il progetto prevede un duplice intervento: attivo (che prevede una chiamata all’esecuzione gratuita del test, con successivi solleciti) e passivo (attraverso campagne di sensibilizzazione). Già pronta, inoltre, la modulistica da inviare per invitare le donne a sottoporsi all’esame. Oltre allo screening del cervicocarcinoma, la AUSL FG/1 ha in cantiere altri due progetti di prevenzione che riguardano il carcinoma alla mammella e il cancro al colon-retto. “Il nostro obiettivo – ha dichiarato il direttore generale Gaetano Fuiano (nella foto)– è creare una sanità che vada a casa della gente, programmata e pensata per prevenire e coinvolgere gli utenti e gli operatori, una sanità che faccia vivere meglio e dare dignità alla persona”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright