The news is by your side.

Cera: primo stipendio ai commissari delle Asl ma non sanno cosa fare

4

Mentre non si sa ancora cosa debbano fare esattamente, perché manca il regolamento i commissari e i subcommissari delle Asl pugliesi hanno già preso i primi stipendi d’oro.

La Delibera N. 39 approvata in Giunta il  23 gennaio scorso, stabilisce infatti i compensi di commissari, subcommissari e direttori amministrativi e sanitari delle nuove super mega asl nate a detta della sinistra per far risparmiare soldi alla Regione Puglia. Si stabilisce quindi il 23 gennaio scorso che ad ognuno tre Commissari straordinari spetta una indennità annua di 154.937 euro perché la loro figura professionale viene equiparata a quella di un Direttore Generale; mentre ad ognuno dei 9 sub commissari spetta una indennità annua pari a 123.949 euro, esattamente quanto spetta ai tre direttori amministrativi e ai tre direttori sanitari delle Asl provinciali. Non si stabilisce invece quali siano i loro compiti, come debbano raccordarsi i commissari con la Giunta Regionale e come debbano raccordarsi i subcommissari con i commissari.

Insomma mentre la Regione Puglia è in esercizio provvisorio per colpa di questa Giunta che ha già creato un buco di oltre 400 milioni di euro nei conti della sanità, Vendola e compagni provvedono con urgenza a stabilire quanto debbano essere pagati i commissari e i subcommissari, ma non ritengono che sia altrettanto urgente capire per che cosa li stiamo pagando.

Intanto i cittadini pugliesi sono stati privati delle Asl e degli ospedali che erano punti di riferimento di quelle Asl, per risparmiare i soldi utili a pagare le nuove poltrone e le nuove nomine dei commissari e dei subcommissari. Una vergogna di cui ci auguriamo si occupi al più presto anche la Corte dei Conti, visto che per il mese di gennaio la Regione Puglia ha pagato stipendi d’oro a persone a cui la Giunta non ha ancora detto cosa devono fare.

 

Angelo Cera

Capogruppo Udc Regione Puglia