The news is by your side.

Dall’ultimo Consiglio comunale di Vieste una commissione per l’accoglienza turistica

20

Breve riunione del consiglio comunale di Vieste chiamato a deliberare su argomenti con scadenza prefissata, tra cui il Pirp (programma in­tegrato di riqualificazione delle periferie).

Il consiglio comunale ha ap­provato il progetto, redatto dall'ing. Girolamo Di Rodi, che prevede la riqualificazio­ne della località "Chiesiola", una zona degradata, ex vil­laggio dell'aeronautica mili­tare occupato negli anni Ot­tanta da famiglie di sfrattati e terremotati. Con il passare del tempo gli insediamenti, molti dei quali sorti abusi­vamente, hanno formato un vero e proprio nucleo abi­tativo privo di urbanizzazio­ni. Un quartiere "satellite" abbisognevole di una vera ri­qualificazione, come prevede appunto il bando dei Pirp. In sede di discussione in consiglio, il gruppo ds aveva chiesto un rinvio dell'argo­mento per un approfondi­mento, alla luce anche della proroga concessa dalla Re­gione. La richiesta di rinvio è stata respinta ma l'accapo è stato poi votato all'unanimi­tà.

Due dei cinque argomenti posti all'ordine del giorno so­no stati ritirati dalla giunta perché necessitavano di in­tegrazioni e chiarimenti con la Provincia e la Regione. Si tratta del Piano sociale di zona, riguardo all'approva­zione della seconda parte, e della costituzione del consor­zio dell'Ato (Autorità di ba­cino Fg/1), riferita allo sta­tuto e schema di convenzio­ne. Per entrambi gli argomenti, la giunta ha ritenuto di dar corso ad un supplemento d'istruttoria, per cui ha an­nunciato il ritiro dall'ordine del giorno. Altro argomento discusso, l'autorizzazione (ha votato contro la minoranza) alla contrazione di un mutuo ban­cario da parte della società `Aurora Spa", la società a pre­valente capitale comunale (93%) che sta costruendo il porto turistico, da utilizzare per l'ultimazione dei lavori in attesa del pagamento degli stati d'avanzamento da parte della Regione e rimborsi va­ri. Il consiglio ha nominato, con voto unanime, una commissione consiliare speciale, con il compito di formulare la proposta di regolamento dei servizi di accoglienza turi­stica, in uno con lo studio di una proposta sulla tutela dei diritti dell'ospite, sulla carta dei servizi (City card) e sulla gestione dei servizi turistici. Sembrerà strano, ma il Co­mune di Vieste non è ancora dotato di un regolamento sui servizi d'accoglienza turisti­ca. La "lacuna" sarà ora col­mata dai lavori della com­missione speciale, con gli as­sessori al turismo, Giuseppe Cimaglia, alla cultura, Nicola Rosiello, alle attività produt­tive, Raffaele Zaffarano, dai consiglieri Girolamo Dirodi (Fi), Mimmo Prudenza (Udc), Giuseppina Falcone (Misto), Michele Nobiletti (Lista Ma­rinelli), Antonio Giuffreda (Unione per Vieste).


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright